IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Yang Sil Lee terracotta

“Yang Sil Lee, terrecotte coreane”

07/09 » 07/10/18

EVENTO GRATUITO
: Antica Fornace Alba Docilia Via Stefano Grosso, 24, Albissola Marina, SV, Italia
  • lafornacealbissola@gmail.com

Attenzione l'evento è già trascorso

Nel mese di settembre la Fornace apre i propri spazi ad artisti stranieri. L’anno scorso fu protagonista Ylli Plaka, albanese d’origine e savonese d’adozione, quest’anno espone l’artista coreana Yang Sil Lee. L’inaugurazione è in programma venerdì 7 settembre alle ore 18, la mostra resterà aperta con orari: giovedì 17-19; sabato e domenica 10-12 e 17-19.

Yang Sil Lee, nata a Seoul, è un personaggio di caratura internazionale che, dopo essersi laureata in Scultura alla Seoul National University e avere, pochi anni dopo, conseguito il Master of Fine Art in Disegno e Arte dell’ambiente (Seoul), negli anni vissuti in Corea aveva organizzato mostre personali e partecipato a diverse collettive, oltre ad insegnare discipline artistiche.

A metà degli anni Settanta il trasferimento in Italia e ulteriori studi a Roma dove, sotto la guida di Pericle Fazzini, nel 1977 si diploma in scultura all’Accademia di Belle Arti. Un’ulteriore specializzazione le viene dalla Scuola d’Arte della Medaglia di Roma (Zecca dello Stato), dove si diploma nel 1979. Oggi vive e opera a Milano.

In Italia ha partecipato a numerose esposizioni, personali e collettive: di rilievo nel 2007 le mostre nella basilica di sant’Ambrogio e alla Galleria Schubert a Milano e, negli anni successivi, in vari centri dell’hinterland milanese, a Sulmona, Lodi, Vibo Valentia, oltre a un ritorno in patria, al Seoul Art Center in Corea del Sud. Nel luglio scorso (e fino all’8 agosto) ha partecipato ad Andora, negli spazi del Museo Mineralogico Luciano Dabroi, alla mostra “Cultura Coreana in Movimento 2018”. Con lei un’altra artista coreana, Kim Seung-ho.

Yang Sil Lee propone sculture totemiche in terracotta ma anche l’elemento femminile, quello della “Dea Madre”, con forme che ricordano i seni, il grembo e la fecondità, è presente nelle sue opere.

Yang Sil Lee, terrecotte coreane

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!