"Tra cielo e mare", storie e curiosità di Vezzi Portio e Castelvecchio di Rocca Barbena - Il Vostro Giornale
mercoledì
21
Luglio

“Tra cielo e mare”, storie e curiosità di Vezzi Portio e Castelvecchio di Rocca Barbena

mercoledì
21
Luglio
  • DOVE
  • ORARIO
  • QUANTO
  • CONDIVIDI

Dopo le serate dedicate a Sassello e Balestrino mercoledì 21 luglio alle ore 21 a piazza Cavour di Castelvecchio di Rocca Barbena si concluderà la prima edizione del progetto “Tra cielo e mare – Lo spettacolo dell’entroterra”, concepito e realizzato da Teatro Ipotesi per riconoscere e celebrare il valore di un territorio assolutamente straordinario tramite l’arte teatrale, la narrazione e l’incontro con il pubblico e unire la cultura, il paesaggio e le eccellenze dei borghi.

In apertura andrà in scena la pièce “Storie di uomini e vini”, scritta, diretta e interpretata da Pino Petruzzelli e prodotta dal Teatro degli Incamminati. L’attenzione per l’essere umano e il rispetto per la sacralità del territorio sono archetipi fondamentali nell’ampia teatrografia di Petruzzelli. L’autore, regista e attore ha raccolto per circa due anni testimonianze e confidenze di molti contadini liguri, poi confluite in un libro pubblicato da Pentagora Edizioni di Savona e nel suddetto spettacolo, che ha ottenuto grandissimo successo in molti teatri italiani.

Nella seconda parte lo scrittore e giornalista Massimo Calandri presenterà un inedito identikit di Vezzi Portio e Castelvecchio di Rocca Barbena, raccontandone la storia, le curiosità, le eccellenze e le peculiarità. Dai luoghi di Camillo Sbarbaro al Museo delle Api e del Territorio, dalle aree d’interesse geologico al variegato patrimonio faunistico per quanto riguarda Vezzi Portio. Per Castelvecchio di Rocca Barbena ecco il castello e il Sentiero di Ilaria del Carretto, il Monte Settepiani, la Foresta della Borbottina e la fiera appartenenza al circuito dei Borghi più Belli d’Italia, certificato dal Touring Club Italiano.

“Dopo il lungo periodo in cui siamo stati nelle nostre case tornare ad organizzare eventi all’aperto è come riappropriarci della libertà – dichiara soddisfatto il sindaco Marino Milani – Siamo contenti di riconquistarla ospitando questo appuntamento, che dà l’opportunità di godersi la bellezza di Castelvecchio non solo nello scenario della sua piazza ma anche nella parole di Petruzzelli e Calandri”.

“Abbiamo subito condiviso l’obiettivo di questo progetto che vuole accendere le luci su quei territori meno noti al grande pubblico – gli fa eco il presidente della Pro Loco Marco Massa – Per questo motivo abbiamo aderito e cofinanziato l’iniziativa, che è in linea con quanto già portato avanti negli anni per la promozione del paese e del suo comprensorio”.

segnala il tuo evento gratuitamente +

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.