mercoledì
5
Gennaio

PassAmontagne Duo, Shook Roots e Glad Tree in concerto a Loano per i “Racconti d’Inverno”

mercoledì
5
Gennaio

Loano. Dopo la pausa forzata del 2020 tornano i “Racconti d’Inverno”, l’appuntamento musicale delle festività natalizie organizzato dall’associazione Compagnia dei Curiosi con il contributo del Comune nell’ambito del Premio Nazionale “Città di Loano” per la musica tradizionale italiana. In continuità con il passato anche quest’anno la manifestazione ospita la selezione territoriale del Premio “Alberto Cesa”, organizzato dallo storico festival friulano Folkest.

Mercoledì 5 gennaio alle ore 21 nella Sala Consiliare di Palazzo Doria tre formazioni affronteranno la competizione musicale: suoneranno infatti i PassAmontagne Duo (folk), gli Shook Roots (electroacoustic tribal dance) e i Glad Tree (world progressive). Attraverso le selezioni territoriali saranno scelti gli artisti che riceveranno in premio il diritto di esibirsi durante le serate finali di Folkest 2022.

Al confine fra lingue e culture diverse i PassAmontagne si caratterizzano per un incrocio stilistico che spazia dalla canzone da osteria all’etnojazz con citazioni e richiami sonori che toccano decenni di musica popolare. Massimo Losito (fisarmonica e piccole percussioni) e Valentina Volonté (voce e chitarra) raccontano di una montagna che ignora le frontiere e diventa punto di contatto tra le persone grazie ai canti della tradizione orale, dalle Alpi ai Pirenei, dalle Ande agli Appennini.

Gli Shook Roots sono una band nata in formazione duo: batteria e didjeridoo con Leo Saracino e Marco Borca. L’ingresso di Marco Moraglia arricchisce la musica della band con i suoni elettroacustici delle sue chitarre, così i brani prendono una forma più definita e precisa e connotazioni prettamente jazz funk e blues.

Glad Tree riunisce un trio di musicisti di diversa provenienza. Marcello Capra è una vecchia conoscenza del rock progressive italiano: ha fondato i Procession nel ’71, in seguito ha collaborato con diversi artisti italiani, ha partecipato ad importanti convention chitarristiche internazionali ed ha inciso diversi album in guitar solo. Lanfranco Costanza, diplomato in flauto traverso, arriva da esperienze classiche ma ha militato in gruppi pop, rock, etno, prog e di musica elettronica. Il percussionista Massimiliano Andreo (darbouka, doholla, req, dof, bandir, mazhar, davul, cajon, handpan, indian tabla) è diplomato in Tradizioni Musicali Extraeuropee, milita in gruppi di musica, danza e teatro e tiene corsi di percussioni e teoria ritmica occidentale, araba e indostana.

L’ingresso sarà fino ad esaurimento posti e con obbligo di Super Green Pass e mascherina antiCovid-19 FFP2.

segnala il tuo evento gratuitamente +

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.