IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Paolo Attivissimo

“Non c@adere nella rete” – La sicurezza informatica spiegata da Paolo Attivissimo

16/05/18

: - Inizio ore 18:00

Attenzione l'evento è già trascorso

Il Comune e l’Associazione Genitori di Spotorno promuovono un incontro con il giornalista Paolo Attivissimo sul tema della sicurezza informatica per un utilizzo consapevole di Internet, delle sue risorse e dei social network presso la nuova “Casa del Turismo” in lungomare Guglielmo Marconi, di fronte al civico 41, rivolto agli adulti, agli insegnanti e ai genitori con figli in età adolescenziale.

L’appuntamento dedicato agli alunni dell’Istituto Comprensivo, classi prime e seconde, è in programma invece per giovedì 17 maggio in orario scolastico presso la Sala Convegni Palace.

“Se vostro figlio si trova in età adolescenziale allora è probabile che proveniate da una generazione cresciuta senza computer – si rivolge ai genitori Paolo Attivissimo – Forse vi ricordate dell’Atari e del C64, tuttavia avete inviato la vostra prima e-­mail quando eravate già adulti. Se non avete studiato informatica è probabile che usiate il vostro computer privato soprattutto per scrivere lettere, archiviare foto, comprare delle scarpe nel negozio online o partecipare ad aste online, aumentando per esempio il prezzo di un tavolo in legno. Il vostro computer privato è per voi uno strumento di aiuto nella vita quotidiana ma di certo non ne è il fulcro”.

“Per vostro figlio, i nostri figli, è diverso – continua – I nostri figli non possono vivere senza computer, cellulare e soprattutto Internet. Questo è il loro mondo: sono figli della rete. Se per esempio vogliono incontrarsi con i figli dei vicini mandano 20 messaggi di WhatApp prima di percorrere le scale e suonare alla porta. E se si vuole sapere qualcosa su di loro basta andare sulla loro pagina Facebook, controllare il loro ‘profilo’ e vedere quanti e quali ‘ amici’ hanno. Il concetto di ‘amico’ su Internet non ha però lo stesso significato che ha nella realtà: le ‘richieste di amicizia’ si fanno in automatico, con un semplice ‘aggiungi’, e anche i semplici conoscenti e persino gli estranei, per esempio, quelli di una comunità di gioco, possono diventare amici. Molti di questi ‘amici’ non li si è mai visti di persona. Le reti sociali (social network), nelle quali i figli si muovono con grande agio, si conoscono, chattano, si danno appuntamenti, si innamorano o si insultano, sono divenute una realtà in costante aumento e che non può essere né vietata né eliminata ma che invece deve essere accettata e controllata in modo competente”.

"Non c@adere nella rete" incontro sicurezza informatica Paolo Attivissimo

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!