IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
I protagonisti della stagione 2019/2020 al Chiebrera di Savona

“Le Quattro Stagioni” con Gli Incogniti e il violino di Amandine Beyer al Chiabrera

28/03/20

EVENTO A PAGAMENTO
: Teatro Gabriello Chiabrera Teatro Chiabrera, Piazza Armando Diaz, 2, Savona, SV, Italia - Inizio ore 21:00

Si chiamano Gli Incogniti ma il 28 marzo alle ore 21 al Teatro Chiabrera non passeranno di certo… “inosservati”. Anzi con Alba Roca e Yoko Kawakubo ai violini, Marta Páramo alla viola, Marco Ceccato al violoncello, Baldomero Barciela al violone, Francesco Romano alla tiorba e Anna Fontana al clavicembalo si esibirà anche il violino solista della direttrice Amandine Beyer.

Gli Incogniti sono tra i gruppi più importanti a livello internazionale nell’interpretazione barocca. Fondato nel 2006 da Amandine Beyer, prende il nome dall’Accademia degli Incogniti, uno dei circoli artistici e accademici più attivi e libertari del XVII secolo a Venezia. Di questo periodo eredita anche lo spirito, un gusto per l’ignoto in tutte le sue forme attraverso la sperimentazione di suoni, la ricerca del repertorio, la riscoperta dei grandi “classici” oltre a capolavori sconosciuti.

Gli Incogniti provano un vero piacere nel lavorare e suonare insieme e la loro prima ambizione è quella di trasmettere una visione impegnata e coerente delle opere che interpretano, in base alla loro combinazione tra sensibilità e gusto. Dopo cinque dischi registrati con l’etichetta Zig-Zag Territoires, Gli Incogniti hanno inciso otto incisioni per Harmonia Mundi, tra le quali una innovativa edizione de “Le Quattro Stagioni” e altre dedicate a Vivaldi, Corelli, Matteis, Couperin, Pachelbel, J.S. Bach e Haydn.

Il complesso della discografia è stato acclamato all’unanimità dalla stampa generale e specializzata (Gramophone Award, BBC Musical Choice, Télérama’s 4F, Diapason d’Or of the Year, Choc Classica of the Year, Excepcional da Scherzo, Preis der deutschen Schallplattenkritik). Nel 2017 Gli Incogniti si sono interessati per la prima volta ai repertori pre-classici e classici invitando il pianofortista Alexei Lubimov per un programma intorno alle Sinfonie di C. Ph. E. Bach e ai Concerti di Haydn.

Nel 2018 ha avuto inizio l’importante collaborazione con Rosas, la compagnia della ballerina belga Anne Teresa de Keersmaeker e la B’Rock Orchestra attorno ai “Concerti Brandeburghesi” di J.S. Bach. Questo programma ha dato vita a un tour mondiale di circa quaranta date nel periodo 2018-2019: Berlino, New York, Lisbona, Bruxelles, Parigi, Lussemburgo.

Gli Incogniti sono regolarmente invitati in numerosi luoghi e festival in Francia (Philharmonie de Paris, Festival di Saintes, Fondazione Royaumont, Auditorium del Louvre, Bordeaux Opera, Digione, Rouen …) nonché a livello internazionale (Wigmore Hall di Londra, Boston Festival, Oji Hall di Tokyo, Montecarlo Spring Arts, Luxembourg Philharmonie, BOZAR Bruxelles, Gent Handlers, Via Stellae Festival in Spagna, Tage Alter Musik di Ratisbona, MA Brugge Festival, Oude Muziek Utrecht, Festival Internazionale di Bergen …).

Nel 2019 Gli Incogniti hanno debuttato al Théâtre des Champs Elysées di Parigi, al Markgräfliches Opernhaus di Bayreuth e alla Philharmonie Essen in Germania. L’Ensemble collabora con grandi solisti come Giuliano Carmignola, Maria Cristina Kiehr, Alexei Lubimov, Hans-Joerg Mammel e Kristian Bezuidenhout. Dal 2017 organizza la propria Accademia di musica da camera per giovani ensemble di musica barocca, studenti o giovani professionisti.

Da qualche anno Amandine Beyer è diventata un riferimento nell’interpretazione del repertorio barocco per violino. La sua registrazione delle “Sonate e Partite” di J.S. Bach del 2012 ha rinnovato la visione di questi capolavori ed è stata acclamata dalla critica: Diapason d’Or dell’anno, Choc di Classica dell’anno, Editor’s Choice di Gramophone, Prix Académie Charles Cros, Excepcional di Scherzo.

Il suo lavoro su queste musiche è continuato con lo spettacolo “Partita 2”, coreografato e ballato da Anne Teresa de Keersmaeker e Boris Charmatz. Suona regolarmente in importanti sale europee (Théatre du Châtelet di Parigi, Festival de Sablé, Innsbruck Festwochen, Konzerthaus di Vienna) e condivide la sua attività musicale tra i diversi gruppi a cui partecipa: Cornets Noirs, in duo con Pierre Hantaï o con Kristian Bezuidenhout e il suo ensemble Gli Incogniti.

L’altra sua passione è l’insegnamento: ha dato lezioni all’ESMAE di Porto per lungo tempo, oltre a numerose masterclass in tutto il mondo (Francia, Brasile, Taiwan, Stati Uniti, Canada, Italia). Dal 2010 è professore di violino barocco presso la prestigiosa Schola Cantorum Basiliensis in Svizzera.

Gli Incogniti sono “in residenza” a La Coursive, Scène nationale La Rochelle. L’ensemble è sostenuto da DRAC Nouvelle-Aquitaine e dalla Région Nouvelle-Aquitane e riceve regolarmente il sostegno della Caisse des Dépots per il lavoro dell’Accademia, di Adami, di Spedidam e del Bureau Export per i suoi concerti e la sua attività discografica.

Programma

TELEMANN – Concerto a 4 violini concertati in sol magg. TWV 40:201
BACH J.S. – Concerto in fa min. per clavicembalo BWV 1056
TELEMANN – Concerto in si bem. magg. TWV 43:B1

VIVALDI
da “Il Cimento dell’Armonia e dell’Inventione” op. 8 Le Quattro Stagioni
Concerto n. 1 in mi magg. “La Primavera”
Concerto n. 2 in sol min. “L’Estate”
Concerto n. 3 in fa magg. “L’Autunno”
Concerto n. 4 in fa magg. “L’Inverno”

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!