sabato
6
Novembre
domenica
5
Dicembre

“La magia della Materia”: a Savona le opere inedite di pittura e ceramica di Carlo Sipsz

sabato
6
Novembre
domenica
5
Dicembre

Savona. Dal 6 novembre al 5 dicembre alla Galleria GulliArte, in corso Italia 201R, Carlo Sipsz espone le sue opere inedite di pittura e ceramica nella mostra personale “La magia della Materia”, con l’allestimento e la progettazione a cura di Antonella Gulli. Si sa, l’arte ha sempre avuto a che fare con la magia, a cominciare dalle “Veneri steatopigiche” paleolitiche dei Balzi Rossi o di Willendorf, fino agli stranianti “Innamorati” di Chagall, che svolazzano dentro cieli affollatissimi di sogni variopinti.

Tanto più la magia si carica di mistero quanto più il segno artistico si fa “informale”, cioè privo, almeno apparentemente, di un controllo razionale, proprio per toccare altre sponde dell’espressione, coniugando in una sintesi istantanea atto – essere – gesto. Fino al punto che nel momento creativo quasi non si distingue l’opera dall’artista, operatore di “magie” e frutto egli stesso di misteriose “magie”.

Tuttavia le magie non nascono dall’improvvisazione, se è vero che, come sosteneva in maniera in parte provocatoria Bruno Munari nel 1950 sulla rivista AZ, “l’arte è un mestiere”. Nel suo significato più nobile (si pensi al concetto di “téchne” per gli antichi Greci) l’arte è “psicagogica”, ossia qualcosa che ci sollecita ad andare oltre la realtà immediata dell’oggetto che comunica con noi attraverso un suo peculiare sistema di segni, dalla forma al colore, dalla materia all’intervento, intellettuale e concretamente manuale, sulla materia stessa. Perché, osservava già Michelangelo, “si dipinge con il cervello e non con le mani”. Quindi fare arte è una scelta esistenziale, un percorso disseminato di esperienze, stimoli, curiosità, fantasie, riflessioni estetiche che costringe a personalizzare la propria cifra espressiva.

Sipsz lavora “scorteggiando” la materia, come si trattasse di legno vivo per arrivare a scoprirne il tenero midollo, la linfa “magica” che genera la vita, che dà senso all’universo, che fa sì che la natura sia ancora capace di rinnovare le sue stagioni, nonostante gli assalti improvvidi dell’Homo Sapiens, che pure dovrebbe chiedersi, come già faceva Munari, “perché non contribuire a migliorare l’aspetto del mondo in cui viviamo? L’uomo inventa armonie di suoni, colori, forme, movimenti”. Specialmente oggi si può fare solo se l’artista riesce a rimuovere la superficiale maschera di bellezza della materia e liberarne la primigenia magia.

La galleria è aperta al pubblico tutti i giorni, tranne il lunedì mattina, dalle ore 11 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:30. Il vernissage si terrà sabato 6 novembre alle ore 17:30 con la presentazione a cura del professor Silvano Godani. La mostra è visitabile nel rispetto delle normative antiCovid-19 vigenti.

Savona
segnala il tuo evento gratuitamente +

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.