Il bisogno dell'aria e della leggerezza nell'ologramma "Breath" di Lia Pascaniuc in mostra ad Alassio - Il Vostro Giornale
giovedì
10
Giugno

Il bisogno dell’aria e della leggerezza nell’ologramma “Breath” di Lia Pascaniuc in mostra ad Alassio

giovedì
10
Giugno
Alassio "Breath" ologramma Lia Pascaniuc Galleria ÀrtEmy
  • DOVE
  • QUANTO
  • CONTATTI
  • CONDIVIDI

Alassio. Un respiro lento e profondo, un respiro che rigenera corpo e spirito, leggero ma vitale, come l’anima, in greco la “psyche”. Attraverso la sua opera ologramma “Breath” la visual artist Lia Pascaniuc esprime la contingente necessità di aria e leggerezza, rappresentata dall’impalpabile battito d’ali delle farfalle. “L’effetto farfalla” presente nella teoria del caos, secondo cui piccole variazioni nelle condizioni iniziali producono grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema, rappresenta la frazione di tempo necessaria al mondo per cambiare. L’artista lo ha catturato e riprodotto in eterno grazie al supporto tecnologico ologrammatico.

“Breath” è nato durante il primo lockdown ed è frutto delle sensazioni e percezioni che l’artista ha vissuto durante quei lunghi mesi e che hanno influenzato il suo modo di vedere e sentire la mancanza di libertà e aria. Questi sentimenti sono stati condivisi dalla poetessa Emanuela Congedo, creatrice del progetto culturale ÀrtEmy, ed espressi attraverso la realizzazione del progetto “Poesia Arte e Seta”.

Entrambi i workart sono esposti presso la galleria, dove Lia Pascaniuc presenterà anche con una selezione di lavori dedicati al mare. “Alassio è la location ideale per i miei progetti dedicati all’acqua – spiega – Ho lavorato e studiato molto, scientificamente e artisticamente parlando, l’ambiente, i cambiamenti climatici e le trasformazioni naturali: l’acqua e il mare sono temi fondamentali delle mie creazioni”.

Rumena di origini e torinese di adozione, Pascaniuc è una visual artist che utilizza diversi linguaggi contemporanei per indagare tematiche ed emergenze dell’odierna società. Dal 2009 con la sua arte, coadiuvata nelle sue ricerche da professionisti sul tema, affronta il fenomeno del clima e di conseguenza la trasformazione dei paesaggi.

segnala il tuo evento gratuitamente +

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.