sabato
17
Aprile
domenica
9
Maggio

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”: Fior d’Albenga omaggia Dante e la Divina Commedia

sabato
17
Aprile
domenica
9
Maggio

Dal 17 aprile al 9 maggio si terrà la 18esima edizione di “Fior d’Albenga – CIP & VIP 2021” intitolata “La Divina Commedia… ‘e quindi uscimmo a riveder le stelle'”, tema scelto in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. A tal proposito saranno realizzate tre aiuole, di cui due in piazza san Michele e una in largo Doria, che rappresenteranno Inferno, Purgatorio e Paradiso.

“Quest’anno ‘Fior d’Albenga’ sarà realizzata in forma ridotta ma solo per il numero delle installazioni, non certo per la cura nella realizzazione delle stesse né per il tema di grande interesse culturale – dichiara il sindaco Riccardo Tomatis – Ci auguriamo che già dal prossimo anno la manifestazione possa tornare in tutte le piazze del centro storico e non solo, essendo uno degli eventi più belli della nostra città”.

“Il titolo racchiude lo spirito di questa edizione – aggiunge il vicesindaco Alberto Passino – Purtroppo a causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso dovremo rinunciare ad alcuni eventi collaterali e le aiuole saranno in numero ridotto e non coinvolgeranno tutto il centro storico ma siamo certi che il risultato sarà spettacolare“.

“La manifestazione vuole essere un momento di promozione turistica concordato con le categorie economiche cittadine e nel pieno rispetto delle norme antiCovid-19 un’occasione di rilancio per la nostra città – prosegue – La produzione floricola che la caratterizza, inserita nell’ambito urbanistico antico, riesce a dare un’immagine accattivante per turisti e abitanti della zona, che potrà far risaltare, anche attraverso i social media, la bellezza di Albenga”.

“Abbiamo scelto il tema della ‘Divina Commedia’ con l’organizzazione di eventi correlati online o in presenza che uniranno il nostro centro storico con Vadino, dove si trovano gli affreschi dei fratelli Biasacci, altrimenti detti di Busca, e San Giorgio, all’interno della cui chiesa troviamo la rappresentazione di Dante che con Virgilio scende agli inferi: una vera unicità – spiega l’assessora comunale alla Pubblica Istruzione Marta Gaia – I soggetti delle aiuole sono realizzati grazie alla collaborazione del liceo artistico, che colgo l’occasione per ringraziare”.

segnala il tuo evento gratuitamente +