IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
“PETITE MESSE SOLENELLE” di Gioachino Rossini

Concerto “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini

20/07/19

EVENTO GRATUITO
: Chiostri di Santa Caterina Complesso Monumentale di Santa Caterina, Finale Ligure, SV, Italia - Inizio ore 21:00 - Fine ore 22:30

Attenzione l'evento è già trascorso

La “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini (1792 – 1868) verrà eseguita da Genova Vocal Consort – Società dei Concerti nella versione per coro (40), cantanti solisti (4), strumenti musicali aerofoni (8), pianoforte (1). Dirige Pier Luigi Rosso. Il concerto è organizzato dalla Società Filarmonica di Finalborgo nell’ambito dei tradizionali festeggiamenti della Madonna del Carmine, protettrice del borgo, e patrocinato dal Comune di Finale Ligure.

L’opera fu composta da Rossini nel 1863 non ad uso liturgico ma per un ambiente più riservato. La prima esecuzione in forma privata avvenne a Parigi 14 marzo 1864 nella cappella di famiglia della contessa Louise Pillet-Will. Scritta per dodici cantanti di cui quattro solisti, due pianoforti e un armonium, fu eseguita solo tre volte durante al vita del maestro. Dopo la sua morte venne rappresentata una versione strumentale, orchestrata dall’autore stesso, con un grande organico corale. Le esibizioni a Parigi (1869), a Torino, alla Scala di Milano, in Svizzera, Francia, Russia, Germania e Australia fecero assurgere la composizione tra i maggiori capolavori di musica sacra.

Musicalmente strutturata in Kyrie; Gloria; Credo; Offertorium; Sanctus; O salutaris ostia; Agnus Dei, la composizione oscilla tra la volontà di valorizzare il discorso formale (secondo i moduli classici) e l’esigenza di dare spazio all’emotività (intesa in senso sentimentale e intimistico, o entusiastico e grandioso, o prepotentemente drammatico); da ciò la ricerca da parte dell’interprete di un giusto equilibrio al fine di coinvolgere emotivamente l’ascoltatore. Dinamiche interpersonali (in ultima analisi il vero senso dell’esecuzione musicale) che dovrebbero offrire a chi ascolta, un’occasione di riflessione più che un momento di asettico giudizio critico.

Considerata il testamento spirituale del Grande Maestro, la Petite Messe Solennelle, per l’importanza della componente sentimentale e per la sapiente architettura, si presta perfettamente a tradurre in termini musicali la religiosità cattolica dell’Ottocento.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!