A Villanova d'Albenga nasce la Baseco Gallery con la mostra "Save the planet" di Mariangela Artese - Il Vostro Giornale
Good news
sabato
12
Giugno

A Villanova d’Albenga nasce la Baseco Gallery con la mostra “Save the planet” di Mariangela Artese

sabato
12
Giugno
  • DOVE
  • ORARIO
  • QUANTO
  • CONTATTI
  • CONDIVIDI

Villanova d’Albenga. Sabato 12 giugno alle ore 17 nella Baseco Gallery, nuovo spazio espositivo all’interno della struttura aziendale della Baseco s.r.l, in via Roma 139, Mariangela Artese terrà il vernissage della sua nuova mostra personale “Save the planet”.

In quest’esposizione Artese invita il visitatore a prendersi cura della Terra e, più in generale, con le sue creazioni vuol far rivivere il bambino interiore che portiamo dentro, la nostra parte più pura, spontanea e creativa che a volte dimentichiamo di avere.

“Ciò che più amo quando presento le mie opere è vedere la luce negli occhi degli spettatori, che attraverso il gioco ricordano e mi raccontano momenti della loro infanzia, permettendo al bambino interiore nascosto in ognuno di loro di affacciarsi almeno per un momento”.

Mariangela Artese

È nata nel 1981 a Vasto, un paese sulla costa adriatica dell’Abruzzo. Figlia dell’artista Nicola Artese e della scrittrice Maria Tilde Pollutri, ha mosso i primi passi in un ambiente culturale molto stimolante. Le sue prime opere nascono nel periodo dell’università a Roma, dove dà vita alla rivista autoprodotta “Insinuosamente” con altri studenti di sociologia e per cui crea le immagini di copertina.

Finiti gli studi, decide di dedicarsi interamente a quelle che sono sempre state le sue passioni: arte e design. Nel 2010 frequenta un master in Disegno di Moda alla facoltà di Belle Arti dell’Università dei Paesi Baschi, in Spagna, dove produce “La magia del subcosciente”, ovvero la sua prima collezione di abiti e accessori con le sue illustrazioni stampate su stoffa.

Finito il master, si specializza nel disegno grafico presso il Centro d’Arte Plastica e Disegno di Bilbao, dove passerà dal collage manuale a quello digitale. Nel 2016 crea la collezione “Insectmy”, una serie di collage digitali ispirati al mondo degli insetti e delle geometrie. Nel 2017 nasce “Giocando con gli insetti”, una serie legata ai giochi dell’infanzia, e nel 2019 “Save the Planet”.

Baseco Gallery

È il nuovo spazio espositivo all’interno della Baseco s.r.l., piattaforma specializzata nella gestione e nel recupero dei rifiuti e nei servizi dedicati ad ambiente ed ecologia. Proprio l’unione fra arte e ambiente ha portato in Liguria un progetto forse unico sul territorio nazionale. Il titolare Silvestro Catelli ha lavorato infatti insieme alla critica d’arte Francesca Bogliolo, all’associazione Zero Volume di Enrica Fracchia Morelli e alla Galleria Artender di Alessandro Scarpati di Alassio per il ripristino di alcuni spazi interni, che sono stati adibiti a pareti espositive, permettendo ai collaboratori dell’azienda e al pubblico di fruire dei numerosi benefici apportati dal bello.

Da tempo gli spazi di Baseco ospitano sempre più spesso opere artistiche di pregio, realizzate sulle pareti del capannone da personalità di spicco del mondo dell’arte contemporanea. Di recente la grande parete esterna della struttura aziendale si è arricchita di un’opera dall’inequivocabile capacità comunicativa e realizzata dal marchigiano Giulio Vesprini.

Invitato dalla Baseco a realizzare un murale sulla parete esterna, Vesprini ha realizzato con pazienza e rigore un’opera di grande impatto emotivo, denominata “SWEET” / Struttura G048″, che si mostra inequivocabilmente come un’opportunità di dialogo e relazione con l’ambiente, invitando a riflettere sul ruolo dello stesso, attraverso campiture geometriche comprendenti elementi fitomorfi al loro interno.

Villanova d'Albenga
segnala il tuo evento gratuitamente +

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.