IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Tartufo

A Millesimo i sapori e profumi della terra con la 28esima Festa Nazionale del Tartufo

02/10 » 04/10/20

:

Lasciamoci guidare dal profumo! A Millesimo c’è la 28esima Festa Nazionale del Tartufo, la prima manifestazione dell’anno che in Italia celebra il pregiato tartufo e si sviluppa tra le vie di un incantevole borgo nel cuore della Val Bormida, noto per la sua eccellente offerta gastronomica.

Nel 1993 Millesimo è entrata a far parte dell’esclusiva cerchia delle Città del Tartufo. I boschi che la circondano sono ricchi di querce, salici, tigli e pioppi: l’habitat perfetto per entrambe le varianti (bianca e nera) del prezioso tartufo.

Tra le attività che si svolgeranno durante la festa sabato 3 ottobre alle ore 10:45 nel Centro Ragazzi in piazza Sandro Pertini si terrà il convegno “Una nuova filiera corta per la valorizzazione e commercializzazione delle carni bovine IGP Vitellone Piemontese della coscia – Certificate da allevamenti locali”, organizzato da Elfo Liguria e Cooperativa Allevatori Bestiame di Cairo Montenotte.

Il progetto di filiera corta nasce dall’idea e dalla necessità di far fronte alle richieste del mercato della carne, che negli ultimi anni è decisamente cambiato. In provincia di Savona da sempre sono presenti allevamenti di bovini da carne di razza Piemontese che producono i pregiati vitelloni della coscia “fassoni”, venduti ad operatori locali per la vendita in macellerie gestite in modo tradizionale.

Il vitellone piemontese della coscia recentemente è stato riconosciuto dall’Unione Europea e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali come prodotto IGP Indicazione Geografica Protetta e le provincie di Savona e Imperia rientrano a pieno titolo nel comprensorio di produzione di questo prodotto d’eccellenza. In Liguria sono presenti diverse produzioni agricole di origine vegetale con certificazioni DOP e IGP ma ad oggi questo è l’unico prodotto di origine animale che può vantare un riconoscimento di questa portata.

L’iniziativa viene attivata nel giugno 2019 e prevede lo svolgimento di varie fasi che porteranno anche alla stesura di un disciplinare di produzione specifico che gli allevatori dovranno sottoscrivere sulla base del disciplinare di produzione già predisposto ed approvato dal Consorzio di Tutela della Razza Piemontese. Il progetto è stato interamente finanziato dalla Regione Liguria nell’ambito della misura 16.04 del PSR “Aiuti per la promozione e lo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali” e diverse sono le azioni che verranno svolte dai vari partner e fornitori di servizi coinvolti, tra cui sono presenti E.L.Fo Ente Ligure di Formazione come capofila del progetto e la C.A.B. Cooperativa Allevatori Bestiame.

Il più importante punto di forza del progetto è legato al fatto che, se da un lato ad oggi esistono già grossisti di carne che commercializzano a prezzi molto concorrenziali referenze simili a quelle che verranno proposte, nessuno di questi dispone di un prodotto effettivamente a chilometro zero proveniente esclusivamente da allevamenti locali, certificata e di elevata qualità comprovata, come dimostrato dalla carne di razza Piemontese.

La misura del PSR permetterà di supportare economicamente il progetto con iniziative di comunicazione e promozione che altrimenti difficilmente potrebbero essere sostenute e sviluppate in modo professionale dalle piccole aziende agroalimentari del comprensorio savonese coinvolte nel progetto di filiera.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.