IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Non studi e non lavori? Riaccendi le tue passioni: a Savona al via un percorso di orientamento

L’iniziativa, finanziata da Regione Liguria, è volta a prevenire la dispersione scolastica

La dispersione scolastica in Liguria è un problema serio. A testimoniarlo, oltre alle statistiche, ci sono i casi reali. Ecco perché, lo scorso anno, la Regione è intervenuta con l’apertura di un bando per prevenire i casi di nullafacenza tra i giovani residenti sul territorio regionale. 

Si tratta di un progetto territoriale (diviso su base provinciale) indirizzato ai ragazzi tra i 16 e i 24 anni non impegnati in percorsi formativi e in attività lavorative da almeno 4 mesi. L’ESE di Savona, quale Ente Paritetico per la Formazione e la Sicurezza, ha aderito al bando come capofila con l’obiettivo di intercettare – coinvolgendoli in laboratori di prova – i “neet” (Neither in Employment nor in Education or Training), acronimo inglese utilizzato per descrivere i giovani non impegnati nello studio, né nel lavoro e né nella formazione.

Il percorso formativo, attraverso iter formativi brevi, può inoltre favorire il reinserimento dei “neet” all’interno di corsi di formazione professionali lunghi (triennali). Che, per esempio, hanno tra i loro obiettivi quello di assolvere l’obbligo scolastico, ma anche il rientro dei ragazzi all’interno del sistema scuola ministeriale. 

Il sistema prevede un primo momento di orientamento sviluppato attraverso dei colloqui – effettuati dai ragazzi insieme a degli orientatori certificati – finalizzati a determinare le criticità e il vissuto scolastico dei giovani. Questo passaggio, in particolare, permette l’individuazione e la scelta del percorso migliore per i ragazzi. 

A questo step, poi, seguono una serie di laboratori (che possono essere più o meno lunghi a seconda delle necessità), durante i quali i ragazzi da un lato ritrovano la motivazione a reinserirsi in un percorso formativo, mentre dall’altro iniziano ad avvicinarsi concretamente – mettendosi alla prova in vari settori di tipo professionale – a quella che poi sarà l’attività più adatta a loro. 

L’obiettivo, infine, è quello di portare i “neet” ad una scelta sostenibile, finalizzata al conseguimento di un titolo di studio.

Il percorso formativo può essere avviato a Savona presso la sede dell’Ente Paritetico per la Formazione e la Sicurezza di via Molinero, 4. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet www.esesv.com.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.