IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Sportello Artemisia, una grande squadra contro la violenza sulle donne: unisciti anche tu!

La realtà è un punto di riferimento per tutte le donne vittime di violenza

Provincia. Lo Sportello Artemisia Gentileschi fu fondato nel 2010 da un’unione delle forze dello Zonta Club Alassio Albenga e della Caritas Diocesana Albenga-Imperia e nel 2013 fu costituita con atto notarile l’Associazione di volontariato. È un presidio territoriale gestito da donne e a servizio di donne, che ha come finalità la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere. Lo Sportello ha bisogno di volontarie per la gestione dei servizi offerti e per incrementare il numero delle volontarie è stato organizzato un corso di formazione che inizierà il prossimo 4 maggio:

Noi dello Sportello Artemisia Gentileschi 

Sono richieste sia volontarie per il primo ascolto e accoglienza, quindi senza caratteristiche professionali, sia psicologhe, educatrici, avvocate e assistenti sociali. Le attività offerte dallo Sportello Artemisia Gentileschi sono: un primo ascolto telefonico, i colloqui personali, le consulenze legali e psicologiche, l’accompagnamento per l’inserimento in casa rifugio, il tutto gratuitamente e garantendo l’assoluto anonimato.

Partendo dal principio che non esistono giustificazioni alla violenza, ecco qualche indagine statistica (fonte ISTAT): 

Noi dello Sportello Artemisia Gentileschi 
 
Noi dello Sportello Artemisia Gentileschi 

Numeri allarmanti e conseguenze mostruose per le donne che subiscono violenza. Negli ultimi anni, tuttavia, ci sono dei segnali di miglioramento perché aumenta la consapevolezza da parte delle donne che si rendono conto che devono essere loro stesse capaci di uscire dalla spirale di violenza: 

Noi dello Sportello Artemisia Gentileschi 

Come si vede, le donne cominciano a raccontare, a considerare un reato la violenza, a chiedere e essere supportata da centri antiviolenza e sportelli di ascolto come lo Sportello Artemisia Gentileschi. Caratteristica peculiare dell’ascolto da parte delle volontarie, è l’assenza di giudizio, l’aiuto della donna a togliersi i sensi di colpa e a recuperare la propria capacità decisionale. Attraverso l’empowerment, si aiuta la donna a superare la violenza vissuta e la si aiuta a proteggere se stessa e i figli. Quest’ultimi sono vittime della violenza assistita, e il numero di minori che assistono alla violenza nei confronti della propria madre, sono in crescita, e questo è un segnale negativo: 

Noi dello Sportello Artemisia Gentileschi 

Le donne accolte hanno la garanzia di essere ascoltate da volontarie costantemente formate. La formazione è sia interna, da parte della Direttrice Scientifica, sia da formatori esterni, quali ad es. il MAMRE (sulle donne migranti), dal SIE (sulla violenza assistita), da Il Cerchio degli Uomini (sull’autore della violenza) e, in passato dall’Osservatorio Nazionale Stalking, per citarne alcuni. Oltre all’attività di ascolto e supporto delle donne vittima di violenza, lo Sportello Artemisia Gentileschi ha nei propri scopi istituzionali, la sensibilizzazione della popolazione al tema della violenza, attraverso convegni e conferenze. Infatti la capillare informazione territoriale è di fondamentale importanza per la diffusione di una cultura al rispetto.

A proposito di rispetto, inoltre, è stato attuato presso l’Istituto Agrario di Albenga e la Scuola Secondaria di Primo Grado dell’istituto Comprensivo Finalese, il progetto “Corpo ed emozioni in adolescenza”, che si colloca nell’ambito della prevenzione del benessere affettivo e relazionale degli adolescenti, futuri adulti, e mira alla prevenzione della violenza di genere tramite incontri rivolti a gruppi di studenti con l’obiettivo di lavorare contemporaneamente sul livello cognitivo, emotivo e corporeo. Importante è la collaborazione con le Forze del’Ordine e il Pronto Soccorso. Con il Pronto Soccorso è in corso l’approvazione e sottoscrizione di un protocollo di intervento, previsto già a livello nazionale.

È possibile contattare lo Sportello Artemisia Gentileschi ai numeri telefonici 0182571517 e 019670184 (h24) e via mail segreteria@sportelloartemisia.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.