IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Centro Ostetrico di Noemi Dalolio, un sostegno accogliente per le mamme savonesi fotogallery

Ad appena 24 anni ha dato vita ad un centro che assiste le famiglie a 360 gradi

Savona. Un centro su misura per mamme e neonati, dove poter essere seguiti dall’inizio della gravidanza fino a ben dopo il parto. E’ il Centro Ostetrico di Noemi Dalolio, che da quasi due anni fornisce alle neomamme un servizio unico sul territorio savonese, assistendole a 360 gradi in tutti i possibili aspetti della gravidanza e dello svezzamento.

Un’idea nata a gennaio 2015 dal coraggio e dall’entusiasmo di Noemi, all’epoca una neolaureata appena ventiduenne. “Entrare in ospedale sembrava impossibile – racconta – e in realtà, anche se per fortuna o bravura ce l’avessi fatta, sentivo che non mi sarebbe bastato. L’idea di fare sempre ‘le solite cose’ mi pesava, sognavo una maggiore libertà e la possibilità di continuare ad imparare, sperimentare e proporre”.

Proprio in quei mesi il suo compagno sta aprendo una scuola d’inglese, e così Noemi coglie la palla al balzo: le due strutture si fondono e nasce il centro di corso Vittorio Veneto 79r a Savona. All’inizio si limita a seguire le donne in gravidanza, ma ben presto l’attività decolla soprattutto grazie al fatto che la giovane ostetrica non smette mai di studiare. “L’università ti prepara solo per l’ospedale – confida – mentre io volevo permettere alle mamme di fare anche in gravidanza tutto quello che facevano prima”. Per questo si forma continuamente e si specializza in vari settori (acquaticità, massaggio neonatale, yoga, pilates) mettendo poi le sue esperienze a servizio delle mamme.

E l’entusiasmo di Noemi fa il resto: in meno di due anni dall’apertura il Centro Ostetrico si trasforma in una struttura che lei ama definire “a 360 gradi per le famiglie”. All’interno nascono corsi destinati non più solo alle donne in gravidanza, ma in generale a tutte le donne e alle famiglie: si va dagli incontri di aromaterapia alla “prevenzione rosa”, con pap test e screening del seno. Un servizio che negli ultimi tempi sta riscuotendo grande successo è quello dei corsi di formazione per babysitter: “Abbiamo elenchi di ragazze specializzate, formate nel primo soccorso, da cui le famiglie possono attingere con tranquillità. E i genitori stanno apprezzando, perchè così hanno la certezza di rivolgersi a professioniste preparate”.

L’espansione è costante, e con il centro iniziano a collaborare una naturopata, una pedagogista, una massoterapista e un’insegnante di pilates, con corsi rivolti a tutte le donne e non solo alle mamme. Il tutto mentre Noemi prosegue nella propria attività di libera professionista, sia in studio che a domicilio, accompagnando le neo mamme per tutto il meraviglioso percorso della gravidanza: “Nell’ultimo mese sono reperibile 24 ore su 24 – spiega – le assisto nel travaglio a domicilio e le accompagno in ospedale. E ci sono anche dopo: le assisto nelle prime ore del neonato e nell’allattamento, le aiuto a monitorare la salute del piccino e in generale sono accanto a loro per tutti i piccoli o grandi dubbi o problemi che una neomamma deve affrontare”. E quando la mamma è ormai definitivamente autonoma, il bambino continua spesso a frequentare il Centro per i corsi della scuola di inglese, che partono dai 18 mesi.

A certificare la bontà del suo lavoro, più che i numeri in crescita, è il passaparola: “Una volta ero io a dovermi proporre, oggi sono le mamme che vengono a cercarmi – rivela con un pizzico di orgoglio – questa è la soddisfazione più grande”. Il sogno è ormai realtà, ma Noemi, 24 anni e un sorriso contagioso, non vuole smettere di sognare: “Mi piacerebbe riuscire ad aprire sedi anche in altre zone del savonese. Ho mamme che mi conoscono a ponente o in Valbormida e che non possono venire a Savona per seguire i corsi… vorrei farli sul territorio ma non è facile, una normale palestra non è sufficientemente ‘intima’ per le mie esigenze. Per questo vorrei aprire dei locali in cui spostarmi durante la settimana per fornire questi servizi anche nel resto della provincia. Ma soprattutto vorrei diventare un punto di riferimento per le mamme… troppe volte leggo che hanno bisogno di aiuto, che si sentono sole e non appoggiate: vorrei non accadesse più”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.