Appuntamento

Ai giardini Serenella di Savona l’incontro sul rigassificatore: “Minaccia per ambiente e turismo”

Il titolo dell'incontro è “L’ultima bandiera blu? Terre contese: "Volutamente provocatorio per riflettere su quanto potrebbe accadere se il rigassificatore approdasse a Savona-Vado”

Golar Tundra

Savona. E’ in programma domani, giovedì 11 luglio “L’ultima bandiera blu? Terre contese – Perché il rigassificatore è una minaccia per ambiente e turismo”, l’incontro sul trasferimento della Golar Tundra ai giardini Serenella di Savona. L’appuntamento è alle 20.45.

“Il titolo della serata, – hanno spiegato gli organizzatori, – è volutamente provocatorio per riflettere su quanto potrebbe accadere se il rigassificatore Golar Tundra, ora Italis Lng, approdasse a Savona-Vado nel 2026, secondo l’iter avviato dal governo e dalla Regione Liguria”. 

La biologa marina Nadia Repetto e la fisica Regina Sozzi approfondiranno in quali condizioni si verificherà l’impatto del gigantesco impianto industriale sull’ambiente e come il rigassificatore e i lavori di cantiere danneggeranno la qualità visiva e biologica delle acque costiere. 

“Un tema, quest’ultimo, di cui fin qui non si è parlato molto: in parole povere esiste il fondato timore che gli scavi sottomarini e le emissioni del rigassificatore ‘sporchino’ le acque e uccidano alcuni di quei microrganismi che assicurano la vitalità del nostro sistema marino. Un danno non solo per Savona e Vado, ma anche per altre località, specie quelle situate a ponente dell’impianto”, hanno proseguito.

L’incontro è organizzato dal gruppo “Fermiamo il mostro” (che ha superato i novemila iscritti) in collaborazione con il Wwf e il Coordinamento No Rigassificatore, e prevede anche un altro tema, di strettissima attualità, quello degli espropri che riguardano i 28 chilometri di entroterra lungo i quali saranno interrate le condutture che dovrebbero partire dal rigassificatore per collegarsi alla rete nazionale del gas a Cairo Montenotte. 

“In questi giorni Snam sta andando all’assalto dei proprietari per convincerli a firmare pre- accordi”, hanno aggiunto ancora. Nell’occasione le avvocate Alessia Tiragallo (studio Crucioli) e Giorgia Ferrari spiegheranno “perché non bisogna assolutamente firmare e quali opzioni esistono per resistere a espropriazioni e servitù”. 

“Su questo tema, che abbiamo intitolato ‘Terre contese’’, sono previsti interventi di Rodolfo Mirri (sindaco di Carcare), Walter Sparso (Confederazione Italiana Agricoltori), Shuddhananda Ghiri (Matha Gitanananda Ashram di Vispa) e di altre persone che porteranno le loro testimonianze sui tentativi in atto da parte di Snam”. 

“Invitiamo dunque tutti i cittadini che ormai da più di un anno combattono con noi questa battaglia a partecipare alla serata e a sensibilizzare altri cittadini, in particolare i più giovani, contro i quali è rivolto questo progetto, affinché la partecipazione alla protesta sia sempre più efficace”, hanno concluso gli organizzatori dell’evento. 

Più informazioni
leggi anche
Golar tundra rigassificatore
Confronto
Rigassificatore, Piana apre allo stop dell’iter: “Territori hanno troppe perplessità”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.