Per non dimenticare

Varazze ha ricordato il bombardamento aereo del 13 giugno 1944

Cerimonia semplice ma significativa per gli 80 anni dal bombardamento che causò 51 vittime e numerosi feriti

Generico giugno 2024

Varazze. Giovedì 13 giugno 2024, con una semplice ma significativa cerimonia, Varazze ha ricordato l’ottantesimo anniversario del bombardamento aereo, che il 13 giugno 1944 causò 51 vittime e numerosi feriti, oltre a ingenti danni a edifici pubblici e privati.

Alle ore 10:30, con partenza dal Palazzo Comunale, Autorità civili e Militari, Associazioni d’arma (Marinai, Alpini, Bersaglieri, Carabinieri, Capitaneria di porto, Croce Rossa e Protezione Civile), il consigliere regionale Alessandro Bozzano, nonché numerosi cittadini, si sono recati in corteo per deporre una corona d’alloro alla lapide posta sulla facciata del palazzo di via Malocello, che ricorda l’infausto evento, in un commovente sentimento di intima partecipazione.

Dopo le note del “Silenzio fuori ordinanza”, il sindaco Luigi Pierfederici ha ricordato l’importanza di questa rievocazione, soprattutto nel presente momento storico, in cui il dramma della guerra sconvolge alcune regioni della Terra, con lutti e rovine, che Varazze purtroppo ha conosciuto e che non dimentica.

Dopo le parole del sindaco, Mario Traversi e Piero Spotorno, testimoni oculari del bombardamento, hanno illustrato alcuni particolari episodi di quella tragica mattina del 13 giugno 1944, memori di aver vissuto momenti rimasti indelebili, nella speranza che le giovani generazioni non abbiano mai a conoscere le loro ansie e le loro paure.

Alle 07:30, ora dell’incursione aerea, i rintocchi del Campanone di S. Ambrogio, avevano ricordato alla città quel mattino di morte, mentre una S. Messa in suffragio delle vittime veniva celebrata, come ogni anno, nella stessa Chiesa parrocchiale.

La cerimonia è stata ripresa da Televarazze, cameraman Giuseppe Bruzzone, per essere poi trasmessa da “AMA Liguria” sul canale 99.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.