Profumi

Pietra si tinge di bluette con “Petrae Lavanda Experience”, l’appuntamento dedicato alla lavanda fotogallery

Evento di valorizzazione del territorio pietrese e del florovivaismo con un programma fitto di esperienze, incontri tematici, mercatini, spettacoli e di animazione

Pietra Ligure si tinge di bluette e si riempie dei profumi delicati di questo fiore caratteristico della macchia mediterranea con “Petrae Lavanda Experience”.

Inaugurato questa mattina, si tratta di un evento di valorizzazione del territorio pietrese e del florovivaismo tutto dedicato alla lavanda realizzata per il Comune di Pietra Ligure dall’ibridatore Franco Stalla che andrà avanti fino alle 22 in piazza San Nicolò con un programma fitto di esperienze, incontri tematici, mercatini di piante e prodotti agroalimentari e di bellezza a base di lavanda, spettacoli e attività di animazione proposte dalle associazioni locali. .

Momento saliente e peculiare, subito dopo il taglio del nastro, è stato la presentazione del progetto “Eco-Schools – La biodiversità nel nostro territorio …tra maixei e creuza de ma”, con la partecipazione della Dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Pietra Ligure Giuseppina Manno e delle maestre e degli alunni della scuola primaria “Dottor Sordo”.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Pietra Ligure unitamente all’Associazione Produttori della “Lavanda della Riviera dei Fiori” con la collaborazione delle associazioni “Facciamo Centro” e “Ristoratori pietresi e della Val Maremola” e dei maestri gelatai pietresi, vuole essere un momento di incontro e di conoscenza ma anche di “festa” per il palato, con i percorsi enogastronomici e i menù a tema ideati ad hoc dai ristoranti, bar e pasticcerie del centro storico, ma anche di svago e divertimento e di molto altro con i laboratori didattici sulla distillazione e la composizione dei mazzi e lo showcooking e la dimostrazione e degustazione dei cocktail vincitori il concorso Petrae 2022 e 2023.

Il progetto “Lavanda della Riviera dei Fiori” sostiene le aziende agricole facendo crescere il territorio con un lavoro di rete fra operatori di diversi settori, dall’agricolo all’alimentare, dal cosmetico all’artigianale fino al fondamentale settore turistico. Un territorio unico nel suo genere per le sue bellezze, le sue potenzialità e le sue ricchezze in ambito culturale, naturalistico e paesaggistico.

“’Petrae, Lavanda Experience’ è la prima manifestazione del nostro nuovo mandato amministrativo – ha spiegato il sindaco Luigi De Vincenzi – Credo che iniziare un quinquennio di lavoro con il profumo ed il colore della lavanda sia di ottimo auspicio. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa manifestazione, gli organizzatori e i bambini delle scuole, qui presenti”.

Cinzia Vaianella, assessore delegato ad ambiente ed attività produttive, ha sottolineato come “la Lavanda Petrae è differente rispetto alla lavanda ‘classica’. Ha piccole foglie verdi e grigiastre con pochi fiori ed è in grado di resistere al freddo. Rientra nell’ambito di un ampio progetto rivolto a promuovere Pietra Ligure come ‘territorio della lavanda’ ed è per questo che nel corso degli ultimi anni abbiamo riqualificato molti terreni incolti sia nell’ambito del nostro comune che in quelli del primo entroterra, come Tovo e Giustenice, per sostenere le aziende agricole e favorire l’introduzione di una cultura tipica di questa zona ma ormai dimenticata. A questo abbiamo abbinato la creazione di un logo, realizzato dai ragazzi dell’istituto comprensivo. Non va poi dimenticata la collaborazione a 360 gradi con tutte le attività produttive, commerciali, agricole, dell’enogastronomia. Il focus della nuova edizione della manifestazione saranno la biodiversità e lo studio delle aromatiche presenti sul territorio”.

“Gli alunni della primaria e secondaria hanno partecipato al progetto ed hanno portato risultati molto belli – ha spiegato la dirigente scolastica Giuseppina Manno – Il mio ufficio è in parte decorato da questi bei lavori. Anche per questo sentiamo la Lavanda Petrae nostra come scuola. I bambini hanno una sensibilità particolare e riescono a cogliere benissimo le semplici regole quotidiane utili a raggiungere una sostenibilità sempre maggiore. Devono essere coloro che ‘sgridano’ gli adulti quando si comportano in modo adeguato”.

Aggiungono dal Comune: “Questo evento inaugura la lunga estate pietrese ed è stato pensato per sviluppare ulteriormente l’offerta turistica del territorio. E’ legata a doppio filo al progetto ‘Lavanda Riviera dei Fiori’ e nasce dal desiderio della nostra amministrazione di promuovere il territorio pietrese con iniziative diversificate che ne valorizzino l’identità e l’ambiente naturale con opportunità di crescita per tutto il nostro territorio, attraverso la sinergia tra operatori di diversi settori, dall’agricoltura al commercio, dal turismo all’artigianato, dalla cultura alla ristorazione al recettivo e si inserisce nel quadro di promozione del territorio nella sua totalità, dal mare ai monti, valorizzandone il patrimonio naturalistico e paesaggistico e artistico-culturale e le tradizioni gastronomiche, artigiane e agricole. Far parte del ‘Territorio della Lavanda della Riviera dei Fiori’ vuol dire permettere ai produttori, agli artigiani alle strutture recettive e alle aziende di poter contare su una valida promozione e comunicazione, migliorando la loro visibilità sia in loco che verso nuovi consumatori con ricadute commerciali e di opportunità lavorative, ma vuol anche dire contribuire ad un’azione di recupero di terreni abbandonati e incolti con una efficace azione di salvaguardia ambientale e lotta al dissesto idrogeologico. La lavanda è un tassello di una più ampia strategia di sviluppo e promozione del nostro territorio che con le sue potenzialità ha valenze interessanti e ancora non completamente utilizzate, valorizzando un elemento naturale, attivando un circolo virtuoso che può funzionare da volano promozionale per tutte le nostre realtà”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.