Dalla società

Imperia, il presidente Gramondo: “Buttu godeva della fiducia della proprietà, ma ci adeguiamo alla nuova parte tecnica”

"Verrà confermato gran parte del gruppo della promozione in Serie D. Difficoltà ad iscriverci? Smentisco, mercoledì adegueremo lo statuto alle normative vigenti"

Generico giugno 2024

Imperia. Questa mattina ha fatto molto scalpore la notizia della mancata prosecuzione tra l’Imperia e Pietro Buttu, il tecnico autore della promozione in Serie D. Com’è stato ad Albenga, per il secondo anno consecutivo, è mancata la possibilità di riaffrontare la categoria.

Dai canali della società, parla il presidente nerazzurro Fabrizio Gramondo: Buttu godeva della fiducia della proprietà, che però si adegua alle scelte della parte tecnica che ha deciso di ricercare profili diversi. Entro fine mese verrà presa la decisione definitiva“.

Insomma, un periodo particolarmente intenso per il club imperiese, che ha intenzione di chiarire alcuni punti sulla prossima stagione. Possiamo tranquillizzare la piazza, per l’iscrizione alla serie D, prevista per metà luglio, non sussistono problemi – spiega infatti Gramondo -. Mercoledì 26 abbiamo appuntamento col Notaio per adeguare il nostro statuto alle normative vigenti, e per le liberatorie non c’è alcun problema. Verrà confermata gran parte del gruppo dei giocatori che ci ha portato in Serie D perché se lo sono meritato. La proprietà rimane al 100% ai 3 attuali soci, e ci avvarremo per la parte tecnica della competenza e conoscenza calcistica di Gianluca Greco, Alessandro De Rose e Matthew Scuffi, che sono già al lavoro per individuare i giocatori adatti a rinforzare l’organico, in modo particolare i giovani che per regolamento devono essere obbligatoriamente impiegati.”

 

leggi anche
Generico giugno 2024
Colpo di scena
Calcio, clamoroso ad Imperia: Pietro Buttu non confermato

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.