Necessità

Fabbrica cassoni, Arboscello (PD): “Infrastrutture già previste a rilento, ora opere promesse ma mai finanziate”

“Vado non può più attendere. La giunta provveda a mantenere gli impegni dell'accordo"

cassoni diga

Vado Ligure. “Silenzio assordante su una delle opere fondamentali per il buon funzionamento del porto e per ridurre i disagi dei vadesi: il casello di Bossarino, opera prevista dall’accordo di programma sottoscritto più di 10 anni fa e mai realizzata come le altre”. 

Così il consigliere regionale e vicecapogruppo PD in Regione dopo la risposta in aula alla sua interrogazione sulle opere compensative per la Fabbrica dei cassoni di Vado.

“La giunta perde tempo e oggi risponde che le opere compensative previste dall’addendum all’accordo di programma per la Fabbrica dei cassoni di Vado non hanno ancora le coperture economiche, anche per quelle aggiuntive di valorizzazione del territorio previste dal secondo accordo. Una risposta inaccettabile visto che l’addendum è stato firmato nel 2023 e annunciato con grande esultanza a favore di telecamere da Toti, Signorini e l’ex sindaca di Vado, Giuliano”.

“Persone che ad oggi non sono più nelle loro cariche o sono sospese e che hanno lasciato in eredità l’ennesimo annuncio privo di concretezza. L’unico intervento realizzato è stato quello della bretella sponda destra del torrente Segno, opera importante ma assolutamente non sufficiente”.

“Ora Vado, dopo il periodo di commissariamento dovuto alle dimissioni di Giuliano, con l’elezione del nuovo sindaco ha un’amministrazione autorevole che saprà essere un interlocutore importante, non ci sono più giustificazioni ai ritardi. Regione, APDS e MIT si attivino immediatamente per realizzare le opere da troppo tempo previste e mai realizzate, come il casello autostradale di Bossarino e dare copertura alle ulteriori opere di valorizzazione del territorio. Basta tergiversare, ora bisogna agire”. 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.