Dati definitivi

Elezioni, urne chiuse: nel savonese affluenza al 54,57% per le Europee e al 63,35% per le Comunali. Già 15 i sindaci eletti

Guida la classifica Onzo, maglia nera a Giusvalla che si ferma al 18.18%. Nel capoluogo Savona raggiunto il 50,91%. Tra i Comuni al voto Albenga al 63,76%

voti seggi urne elezioni europee

Savona. Sono terminate alle ore 23 le operazioni di voto per le elezioni europee e per le amministrative. Il dato dell’affluenza nel savonese per le europee si è fermato al 54,57%, in netto calo rispetto all’ultima tornata elettorale (quando si era raggiunto il 62,79%). Per le comunali invece si è raggiunto il 63,35% (a fronte di un 66,85% delle elezioni precedenti). Questi sono i dati forniti da Eligendo.

Onzo guida la classifica dei comuni della provincia per la maggiore affluenza alle urne nelle elezioni europee (78,09%). Sopra al 70% anche Toirano (71,64%) e Massimino (71,29%). In fondo alla classifica Nasino (28,83%) e soprattutto Giusvalla, che si ferma al 18,18% (dato riferito alle europee). Nel capoluogo Savona il dato si attesta al 50,91%.

Anche per quanto riguarda le amministrative l’affluenza più alta si registra a Onzo, arrivato al 76,47%. Hanno superato il 70% di affluenza anche i Comuni di Bardineto, Bormida, Cosseria, Erli, Giustenice, Orco Feglino, Toirano e Vendone. Maglia nera invece per Osiglia, che si ferma al 42,93%.

Ad Albenga, il comune più importante al voto, l’affluenza è stata del 63,76%. Dato simile anche per Andora (65,90%), Finale Ligure (61,93%), Millesimo (63,84%), Quiliano (61,02%) e Albisola Superiore (61,42%). Di poco sotto il 60% Pietra Ligure (59,26%) e Vado Ligure (59,87%).

Gli scrutini per le Europee sono iniziati immediatamente alle 23, subito dopo la chiusura delle urne. Gli scrutini per le amministrative, infine, cominceranno domani (10 giugno) alle ore 14.

15 SINDACI GIA’ ELETTI

Sono già 15, comunque, i sindaci virtualmente già eletti nel savonese: sono quelli che correvano senza avversari nel proprio Comune.

Solo tre i “debuttanti”: si tratta di Mario Basso a Bardineto, Gianni Borreani a Mioglia e Simone Durante a Orco Feglino.

In tutti gli altri casi si tratta di riconferme di sindaci uscenti, che giungono così al secondo, terzo o addirittura quarto mandato: succede ad Arnasco (Matteo Mirone), Bormida (Daniele Galliano), Cosseria (Roberto Molinaro), Dego (Franco Siri), Erli (Sergio Bruno), Giustenice (Mauro Boetto), Magliolo (Enrico Lanfranco, per lui è addirittura il quarto mandato), Plodio (Gabriele Badano), Urbe (Fabrizio Antoci), Vendone (Sabrina Losno), Vezzi Portio (Germano Barbano) e Villanova d’Albenga (Pietro Balestra, per lui il terzo mandato consecutivo ma addirittura il settimo in totale).

Tutti e 15 i candidati “in solitaria” hanno ampiamente superato la soglia del 40% di affluenza, ossia il requisito principale per eleggere l’unico candidato sindaco. Per avere l’ufficialità sarà comunque necessario attendere lo spoglio: perché l’elezione sia valida il candidato sindaco, infatti, deve ottenere il il 50%+1 di voti validi sul totale di quelli espressi.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.