Cordoglio

Andora piange il partigiano Leo Fassio, testimone della Resistenza

Nato il 4 giugno del 1925 trasmetteva con i suoi racconti alle nuove generazioni la storia della Resistenza

Andora. Si è spento nella notte il 99enne partigiano Leo Fassio, e sono molte le testimonianze di affetto manifestate in queste ore sui social.

Il partigiano Leo ha sempre partecipato alla vita della comunità andorese, sempre presente agli eventi organizzati dal comune.

Ancora autonomo, era intensa la sua attività di incontri presso le scuole L’ultimo incontro pubblico il 25 aprile 2024 (in foto con il sindaco Mauro Demichelis) che ne traccia un ricordo commosso: “Apprendo con dispiacere della scomparsa del Partigiano Leopoldo Fassio, testimone della lotta di Resistenza di Andora. Molte volte, in questi anni, ho avuto il piacere di incontrarlo e di ascoltare i suoi ricordi in occasione di eventi organizzati dal Comune a Palazzo Tagliaferro o nelle scuole per raccontare alle giovani generazioni il valore e la storia di quelli andoresi che scelsero di sacrificarsi per sconfiggere il nazifascismo e permettere la nascita di una Italia libera e democratica”.

La foto lo ritrae in un incontro avvenuto anni fa in Comune, quando ci portò a vedere la borsa del partigiano Felice Cascione che era onorato di custodire. “Vorrei ricordarlo con le parole che ha pronunciato sul palco il 25 aprile scorso e che spesso ripeteva:”Coloro che parteciparono alla lotta di Resistenza lo hanno fatto perché tutti fossero liberi di esprimere le proprie idee. Grazie Leopoldo Fassio”, conclude il sindaco Mauro Demichelis.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.