Trasloco

Toirano, Bianco attacca: “Negato l’uso di piazza Libertà per la serata con Max Cavallari. Scelta ingiusta che danneggia l’intero paese”

"Gli altri candidati Bertolotto e De Fezza hanno potuto usufruire della piazza senza problemi"

Roberto Bianco Toirano

Toirano. “Questa decisione non danneggia me, ma il nostro paese. La serata non voleva essere un ‘momento elettorale’ ma voleva essere prima di tutto una serata di gioia e divertimento per tutta la nostra comunità. Un modo per promuovere l’immagine di Toirano e portare gente a visitarla e conoscerla”. Così Roberto Bianco, candidato sindaco di “Impegno per Toirano”, commenta la decisione del Comune di far traslocare da piazza Libertà al Parco del Marchese la serata del 5 giugno in compagnia di Max Cavallari dei Fichi d’India.

Come annunciato qualche giorno fa, il 5 giugno alle 21 in piazza Libertà ci sarebbe dovuto essere un “comizio” durante il quale Bianco avrebbe presentato programma e candidati. A seguire ci sarebbe stato lo show di Cavallari. Ma con una lettera inviata a Bianco, il Comune ha chiesto di spostare la serata nel parco simbolo della cittadina della Val Varatella: “Con una comunicazione firmata dal sindaco, mi è stato notificato che ‘per ragioni di sicurezza legate alla maggiore capienza dell’area e, sulla scorta del parere pervenuto dalla Prefettura inerente i comizi elettorali o successivi o concomitanti spettacoli, tutte le riunioni di chiusura della propaganda elettorale di tutte le liste verranno svolte nel Parco del Marchese anziché in piazza Libertà’. Detto che questa serata non voleva essere assolutamente un comizio elettorale, trovo questa decisione a dir poco discutibile”.

“Gli altri candidati, infatti, hanno potuto usufruire della piazza senza problemi. Marco Bertolotto vi ha presentato lista e programma e poi c’è stato un momento di ‘canti e balli’. E anche Giuseppe De Fezza aveva organizzato la presentazione della sua lista in piazza, salvo poi spostarla in sala consiliare a causa del brutto tempo. Noi abbiamo scelto di non fare eventi di questo genere, ma di aprire un point elettorale (il primo che Toirano abbia mai visto) per poter parlare direttamente con i cittadini. Poi abbiamo scelto di organizzare questa serata con Max Cavallari per regalare a tutti i toiranesi un momento di divertimento, attirare persone anche da fuori e promuovere il nome della nostra cittadina. Ora tutto è messo in dubbio”.

“Anche le ragioni di questa scelta sono poco comprensibili. Quando ho iniziato ad organizzare la serata, ho seguito la consueta trafila presso gli uffici, ho fatto predisporre un piano per la sicurezza da un tecnico e mi sono adattato a tutte le richiesta giunte dal Comune, specie dal punto di vista della capienza della piazza e del numero massimo di spettatori possibile; ho noleggiato palco, service, ingaggiato addetti alla sicurezza. Ora bisognerà fare tutto daccapo, sperando che ci sia il tempo materiale per raggiungere l’obiettivo”.

Ma Bianco preannuncia di “non avere intenzione di gettare la spugna. Se non potremo organizzare la serata, Max (che è un amico) verrà lo stesso a Toirano. Gli farò personalmente da guida e lo porterò in giro per il nostro borgo e non solo. Troveremo ugualmente il modo di regalare alla città la sua grande simpatia”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.