Tappa valbormidese

Il Ministro dell’Ambiente forzista Pichetto Fratin a Cengio, dialogo aperto sul futuro dell’ex Acna

Dopo l'appuntamento elettorale di giugno nuovo incontro e ulteriori sviluppi anche per lo spostamento del casello autostradale di Millesimo

Cengio. Fa tappa anche in Val Bormida il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin, per incontrare amministratori e simpatizzanti di Forza Italia, accompagnato dal consigliere regionale Angelo Vaccarezza, dal presidente della Provincia Pierangelo Oliveri e dal candidato piemontese alle Europee Paolo Damilano.

A Palazzo Rosso dialoga anche con il sindaco di Cengio, che si dice soddisfatto per le rassicurazioni sul futuro dell’ex Acna: “Dopo l’incontro a Roma il Ministro continua a manifestare interesse e disponibilità per la reindustrializzazione delle aree cengesi, sia per quanto riguarda quella denominata A1, dove ci auspichiamo possa andare a buon fine il progetto imprenditoriale legato al fotovoltaico e alla produzione di idrogeno green, sia per l’area A2 – commenta il primo cittadino Francesco Dotta – Dopo le elezioni di giugno ci sarà un nuovo incontro anche con la proprietà del sito, ovvero Eni Rewind, e dal Ministero dell’Ambiente ci sono spiragli positivi di sostegno concreto”.

Nella visita savonese il ministro fa luce anche sugli iter della Via (valutazione impatto ambientale) per lo svincolo autostradale di Vado-Bossarino sulla A10 e per lo spostamento del casello di Millesimo lungo la Savona-Torino (che verrà posizionato non lontano da quello esistente ma più funzionale rispetto all’attuale). “Entrambe le procedure – spiega Pichetto Fratin – sono complesse. Il 24 maggio finisce il mandato di venti componenti della commissione e ne saranno nominati altri nel più breve temo possibile per dare una spinta alla procedura”.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.