La categoria non conta

Il Borghetto conta ancora sul proprio bomber, Di Bella resta in granata: “Questa è casa mia”

"Rattalino è un vincente, c'è voglia di fare bene con il sogno nel cassetto dei playoff. Quanti gol vorrei segnare? Dico venti"

Borghetto Santo Spirito. Ancora in attesa dei ripescaggi, comunque con delle buone possibilità di disputare la Prima Categoria, il Borghetto ha dato il via alla programmazione della nuova stagione. Sotto il piano tecnico si riparte da Simone Rattalino, che ha ricevuto il benvenuto dal dirigente ed ex mister Edmondo Perrone. Ora iniziano i pensieri sulla rosa ed il pensiero comune è mantenere l’attuale ossatura.

E la prima riconferma ufficiale vale ben 29 gol: dopo i corteggiamenti esterni delle ultime settimane, Andrea Di Bella resta al Borghetto. Una scelta di cuore per il giovane attaccante borghettino: “Qua sono a casa mia. Sono orgoglioso che i bambini mi vedano come un esempio, può spingerli a fare tanto.  Mi piace il progetto della società, che sia in Prima o in Seconda Categoria. Il mister ha una bella mentalità, vincente come la mia. Non viene a Borghetto per scherzare, c’è il sogno di puntare magari già ai playoff sperando di essere ripescati. E questo ambiente è ad un buon livello: siamo un gran gruppo di amici fuori ma dentro il campo siamo solo compagni di squadra”.

Cercherò di fare il meglio possibile per aiutare la squadra. Un numero approssimativo? Venti dai“, dichiara con un sorriso Di Bella.

 

leggi anche
Generico luglio 2024
Fuochino
Calciomercato, il Borghetto si avvicina a Battuello: prossima settimana la probabile fumata bianca

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.