Rush finale al via

Rocchettese, quattro partite per continuare a sognare. Capitan Carta: “Obiettivo battere noi stessi, è tutto nelle nostre potenzialità”

Dello stesso avviso mister Davide Chiola: “Vogliamo centrare il salto di categoria, servirà essere più lucidi nella scelta delle giocate e più concreti sotto porta”

Chiola e Carta

Rocchetta di Cairo. Quattro partite per centrare i playoff potendo continuare a sognare la Prima Categoria. È una Rocchettese consapevole e ambiziosa la squadra che, dal match di domani contro il Murialdo, scenderà in campo per dimostrare tutte le proprie migliori qualità.

Oltre al direttore sportivo Simone Ferrero, a suonare la carica è stato Mattia Carta, capitano dei rossoblù il quale ha dichiarato: “Sta tutto nelle nostre potenzialità e nel nostro credo di squadra. Forse negli scontri diretti contro il Dego avremmo meritato maggior fortuna, ma è necessario sottolineare la straordinarietà del campionato disputato dai nostri avversari”. 

L’intervistato ha poi raccontato come ha vissuto il passaggio di consegne con Rosati (ex capitano della “Rocca”): “Quest’anno è cambiato tutto. Da fratello sono dovuto diventare padre e, se qualcuno ha bisogno di una mano sia dentro che fuori dal campo, cerco di supportarlo con tutto l’orgoglio del caso”. 

In seguito Carta ha proseguito svelando: “La nostra più grande difficoltà nelle prossime gare sarà battere la Rocchettese. Siamo un gruppo fantastico, motivo per cui dovremo remare tutti dalla stessa parte e ciò che viene viene. Vincere a Sassello dopo due sconfitte è stata una bella reazione, ora dovremo dimostrare di che pasta siamo fatti”. 

“Negli ultimi anni – ha concluso il capitano dei rossoblù – siamo passati dai bassifondi a giocarci la promozione, da questo punto di vista abbiamo compiuto un salto di qualità evidente. A fine stagione sarò soddisfatto se vedrò tutti con il sorriso”.

Ad analizzare il percorso compiuto finora dalla Rocchettese è stato anche l’allenatore dei rossoblù, Davide Chiola: “Siamo andati abbastanza bene fino alla penultima settimana di campionato quando abbiamo perso a Pallare. Poi c’è stato l’errore contro la Virtus Don Bosco. I ragazzi però sono splendidi, partecipano sempre a tutti gli allenamenti”.

“Per il finale di campionato siamo ottimisti – ha chiosato l’intervistato -. Sappiamo di avere qualità e quindi cerchiamo di affrontare domenica per domenica con il piglio giusto. Il nostro obiettivo è salire di categoria. Sono convinto che nei playoff dovremo lavorare duramente per arrivare al traguardo di ottenere il salto di categoria. Rocchetta negli ultimi anni ha fatto un evidente passo in avanti e vorremmo provare a coronarlo conquistando una categoria superiore”. 

Infine Chiola ha concluso dichiarando: “I nostri punti salienti sono la gestione della palla e l’approccio dal 1’. Cerchiamo di disputare tutte le partite gestendo la palla. Il nostro punto debole invece, su cui stiamo lavorando, riguarda la fase offensiva. Perdendo Troni a inizio anno abbiamo perso tanto. Dovremo essere, oltre che più attenti nella scelta della giocata, più concreti sotto porta”. 

leggi anche
Generico aprile 2024
Seconda categoria
La Rocchettese non si nasconde, Ferrero: “Società che merita di mettere piede in Prima Categoria, ci proveremo fino in fondo”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.