Repubblica

Quiliano, in biblioteca arriva la Costituzione in lingua braille

Dalla Libreria del Senato della Repubblica a Quiliano

Costituzione

Quiliano. Una nuova e importantissima acquisizione va ad arricchire il parco librario della biblioteca civica “Andrea Aonzo” di Quiliano. Si tratta infatti della Costituzione della Repubblica Italiana in lingua braille, un volume corposo che è stato recentemente pubblicato a cura del Senato della Repubblica.

La Costituzione in braille è infatti un progetto editoriale che è stato sviluppato in attuazione della legge numero 126 del 3 agosto 2007, con la quale è stata istituita la giornata nazionale del braille che è tuttora fissata per il giorno 21 febbraio di ogni anno.

Proprio in occasione di tale ricorrenza, classificandosi così come la prima istituzione della Repubblica a compiere questa pregevole iniziativa, l’ufficio comunicazione istituzionale del Senato ha quindi promosso tale pubblicazione, e ha dato comunicazione già nei mesi scorsi ai vari Comuni italiani per chiedere la disponibilità nel ricevere questo importante prodotto editoriale. Prontamente la Città di Quiliano ha accolto con entusiasmo l’iniziativa. E ora, da lunedì scorso, 8 aprile 2024, il corposo volume della Costituzione in braille è consultabile presso la biblioteca civica “Andrea Aonzo”.

“Per questa amministrazione comunale – dichiara il sindaco Nicola Isetta – è davvero un orgoglio poter ospitare la nostra Costituzione, la Carta costitutiva della Repubblica Italiana, nella lingua delle persone non vedenti. Questo importantissimo volume è già ora consultabile da tutte le persone non vedenti presso la biblioteca civica di Quiliano. Non vi è dubbio, infatti, che, nonostante il sempre più rapido cambiamento delle generazioni, l’evoluzione delle metodologie didattiche, l’accrescersi delle esigenze professionali e personali e il modificarsi delle abitudini delle persone, il braille rimarrà per molto tempo ancora lo strumento essenziale per l’educazione, per il lavoro e per la cultura delle persone non vedenti. Questo è un ulteriore tassello che rientra nell’ambito di un più ampio progetto di valorizzazione della biblioteca civica, avviato dalla nostra amministrazione dal 2019, e finalizzato ad ampliare la fruibilità, rendendolo un luogo sempre più accogliente e inclusivo, a favore di tutte le varie fasce di utenza.”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.