Seconda categoria

La Rocchettese non si nasconde, Ferrero: “Società che merita di mettere piede in Prima Categoria, ci proveremo fino in fondo”

"I tifosi sono spettacolari, ci hanno sempre dato una grande mano. Mister Chiola può scrivere pagine di storia"

Generico aprile 2024

Rocchetta di Cairo. Prima della pausa pasquale, i rossoblù valbormidesi hanno espugnato il campo di Sassello con la rete di Pesce, continuando a consolidare il proprio posizionamento in zona playoff. Il salto di categoria è un sogno/obiettivo che la Rocchettese non ha intenzione di nascondere, come dimostrano le dichiarazioni del dirigente Simone Ferrero: “Vogliamo portare in alto questa società che, in 50 anni di storia, merita di mettere piede in Prima Categoria e ci proveremo fino in fondo”.

Contro la Virtus Don Bosco è arrivata la sconfitta a tavolino. Cosa è successo?

C’è stato un errore burocratico ad inizio stagione, dove non ci siamo accorti dell’esito del tesseramento. Questa cosa non è mai accaduta in dodici anni che sono qua: una svista, è giusto prendersi le proprie responsabilità.

La stagione è in linea con gli obiettivi o vi aspettavate qualcosa di più? Avete forse patito la partenza di Troni?

Togliendo i tre punti a tavolino, che potevano essere utili per puntare più in alto, forse potevamo aspettarci di più forse per alcuni risultati. A mio avviso stiamo facendo un ottimo campionato, come dimostra la nostra imbattibilità casalinga da un anno a questa parte. Vero, abbiamo patito la partenza di Troni che è un giocatore di grande qualità. La sua partenza, dovuta a fattori lavorativi, ci ha sicuramente penalizzati perché si partiva con l’idea di avere in squadra il capocannoniere ed il vice capocannoniere del campionato. Poteva essere un’arma in più ma ho la massima fiducia in tutti i nostri giocatori che hanno grande serietà.

Essendo in piena corsa playoff, per fare meglio dello scorso anno bisogna vincerli. Come ci state arrivando?

Siamo attaccati alle altre squadre e abbiamo messo i playoff come obiettivo primario. Era importante riconfermarsi dall’anno scorso, vincerli sarebbe il nostro obiettivo e lavoriamo in funzione di questo. Non sarà semplice perché giochiamo contro squadre di buona caratura, ma noi siamo vivi.

Che giudizio si può dare su mister Chiola per questa sua seconda stagione?

Davide è un allenatore molto preparato, giusto per questa piazza e che può scrivere delle pagine di storia per questa società. Si sta affrontando un percorso di costruzione e lo dimostra l’inserimento di tanti ragazzi giovani, protagonisti di alcune partite importanti. La squadra è in costruzione e con qualità per poter dire la propria ed il mister ha tutto il nostro sostegno per continuare insieme questo percorso che ci dà i giusti spunti per poter provare a puntare in alto.

I tifosi sono sempre più numerosi alle vostre partite. L’impressione che la Seconda Categoria inizi a starvi stretta…

I tifosi sono spettacolari, ci hanno sempre dato una grande mano. A nome della società e della squadra posso ringraziarli per quello che hanno fatto, non solo quest’anno ma anche e soprattutto quando non venivano i risultati. La serie positiva ci sta facendo pensare che questa categoria ci stia stretta ma loro hanno sempre dimostrato il loro amore in 15 anni d’esistenza.

leggi anche
Chiola e Carta
Rush finale al via
Rocchettese, quattro partite per continuare a sognare. Capitan Carta: “Obiettivo battere noi stessi, è tutto nelle nostre potenzialità”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.