Maledetta primavera

Temperature invernali, ecco dove si può accendere ancora il riscaldamento nel savonese

Quasi tutte le ordinanze prevedono la possibilità di scaldarsi fino al 30 aprile, alcune anche fino a maggio inoltrato

termosifone

Savona. E’ primavera, ma solo sul calendario. Le temperature infatti continuano ad essere invernali, specie nell’entroterra (in Val Bormida questa mattina la colonnina di mercurio era vicina allo zero), ma anche nelle zone costiere il vento e il freddo non demordono.

Ecco quindi la decisione di molti sindaci di autorizzare la proroga dell’accensione degli impianti termici. Ieri a Savona è stata emessa l’ordinanza valida fino al 29 aprile che permette il funzionamento dei caloriferi fino ad un massimo di sei ore al giorno.

Ad Albenga fino al 28 aprile per un totale di cinque ore giornaliere. A Celle Ligure si può accendere fino al 30 aprile per sei ore. A Cairo Montenotte proroga fino al 28 aprile per l’accensione facoltativa dei caloriferi per sette ore al giorno, stesso tempo nella fascia che va dalle 5 alle 23 a Carcare fino al 5 maggio. Stella tutto invariato fino al 30 aprile (dodici ore al massimo). A Calizzano sette ore fino al primo maggio.

Ad Albisola Superiore e Albissola Marina sei ore fino al 30 aprile come a Cengio, a Varazze e Loano fino al 2 maggio, a Millesimo fino al 15 maggio. Ovunque, anche nei Comuni più piccoli, è pertanto concesso di tenere ancora in funzione gli impianti termici, purchè nei limiti consentiti che prevedono anche di non superare i venti gradi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.