Caso delicato

Adolescente di Savona con danno cerebrale, il San Martino: “Garantiremo tutta l’assistenza necessaria. Non serve andare in Austria”

L’ospedale interviene sul caso del savonese che a settembre ha riportato un danno cerebrale: “Siamo vicini ai familiari, ma trasferirlo ora sarebbe solo problemi, non vantaggi”

Generico marzo 2024

Genova.  “A fronte di quanto emerso circa la situazione del giovane 17enne savonese che ha riportato un grave danno cerebrale a settembre scorso e che è oggi ricoverato presso la clinica di Neuroriabilitazione, la Direzione Sanitaria dell’Ospedale Policlinico San Martino manifesta l’assoluta vicinanza ai familiari del giovane e come fatto fino ad oggi garantirà attraverso i professionisti della struttura diretta dal professor Carlo Trompetto tutta l’assistenza necessaria per la gestione del caso, più che mai delicato”. Così si legge in una nota del nosocomio genovese sul caso del ragazzo di Ivan, raccontato da IVG nelle scorse settimane.

Secondo la direzione dell’ospedale San Martino, però, non sarebbe necessario alcun trasferimento in Austria: “Per trasparenza e correttezza verso i familiari e i conoscenti del ragazzo – precisano – si sottolinea fermamente che nessuno dei professionisti in forza alla Clinica di Neuroriabilitazione ha consigliato il trasferimento del giovane presso la clinica austriaca indicata dai familiari e riportata dagli organi di stampa che si stanno dedicando alla vicenda. La Clinica, grazie alla stretta collaborazione con le altre Unità Operative del Policlinico San Martino, è perfettamente in grado di erogare i trattamenti riabilitativi ed assistenziali più idonei per il paziente. Si ritiene che eventuali trasferimenti non apporterebbero alcun vantaggio clinico, ma causerebbero solo problemi logistici per i familiari, già molto provati dall’accaduto”.

Per Ivan è stata attivata una raccolta fondi che, ad ora, supera i 92mila euro. Un grande gesto di solidarietà da parte di moltissime persone colpite da questa vicenda.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.