Commozione

A Pietra i funerali dell’ingauno Constantin Nederita: folla commossa, omaggi floreali e tantissimi giovani fotogallery

Sono stati celebrati secondo il rito ortodosso, tra letture e canti sacri: chiesa gremita dentro e fuori e l'omaggio degli amici per il 17enne

A Pietra i funerali dell'ingauno Constantin Nederita

Albenga-Pietra. Una folla commossa si è ritrovata questa mattina (11 aprile) a Pietra Ligure, per dare un ultimo, commosso saluto a Constantin Nederita. I funerali del 17enne ingauno, di origini moldave, scomparso in seguito ad un tragico incidente stradale sulla via Aurelia, ad Alassio, sono stati celebrati secondo il rito ortodosso.

In centinaia hanno preso parte alle esequie, tra cui tantissimi giovani, al punto da gremire la chiesa pietrese dentro e fuori. A celebrarlo sono stati 12 preti ortodossi, tra letture, candele e canti sacri: presenti anche diverse ragazze con il velo nero a coprire il volto, come da tradizione, in segno di lutto.

Numerosi gli omaggi floreali, che hanno colorato l’interno della chiesa: un omaggio per Constantin che, come testimoniato dalle decine e decine di messaggi in suo ricordo, era davvero riuscito a entrare nel cuore di tanti suoi coetanei e non solo.

A Pietra i funerali dell'ingauno Constantin Nederita

A piangerne la scomparsa, insieme alla mamma Daria, al papà Valerio, alla sorella Anastasia (QUI il messaggio di ringraziamento della famiglia “per tutto l’affetto ricevuto”) e agli amici di sempre, è l’intera comunità ingauna, con il sindaco Riccardo Tomatis che ha parlato di “una tragedia immane di fronte alla quale non ci sono parole, solo l’immenso dolore per una giovane vita spezzata”.

Anche l’istituto Falcone di Loano, la scuola che frequentava Constantin, ha dedicato un messaggio alla memoria del giovane: “Ciao Constantin, terremo sempre con noi il tuo il sorriso e ci stringiamo alla tua famiglia in questo momento di profondo dolore”.

Era anche amante dello sport e frequentava un corso di kickboxing alla palestra Full Metal Club di Albenga, sotto la supervisione del noto coach alassino Alessandro De Blasi.

Al termine del rito funebre, gli amici gli hanno dedicato un momento di raccoglimento, con tanto di fumogeni accesi, alti verso il cielo. Anche pochi giorni fa, ad Albenga, centinaia di ragazzi si erano ritrovati spontaneamente in piazza Corridoni, uniti in cerchio, celebrando, nel silenzio, il ricordo dell’amico.

Il tragico incidente che gli ha tolto la vita, si è verificato nella notte a cavallo tra il 7 e l’8 aprile. Constantin, in sella alla sua moto, si trovava sulla via Aurelia e stava procedendo da Alassio in direzione Albenga quando, all’improvviso, ha perso il controllo del mezzo ed è andato ad impattare violentemente contro un muro laterale. Purtroppo, inutili i soccorsi. 

Dopo i funerali, la salma del 17enne è partita per l’ultimo viaggio alla volta della città ingauna: sarà tumulata nel cimitero di Leca.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.