Appuntamento

Celle, ritorna al suo splendore la “Crocifissione” di Giovanni Carlone nell’Oratorio di San Michele

Opera da ammirare in uno dei luoghi più cari ai cellesi perché continua a mantenere inalterato il suo fascino di fede e tradizione 

la crocifissione del carlone

Celle Ligure. Restituita alla sua antica bellezza, nella cornice dell’Oratorio di San Michele, la “Crocifissione” di Giovanni Carlone, artista tra i protagonisti della stagione figurativa genovese della prima metà del Seicento. Un dipinto che torna a splendere nella sua collocazione: l’Oratorio, uno dei luoghi più cari ai cellesi perché mantiene intatta la sua identità con il passare del tempo: storia di legami e tradizione.

E  proprio qui, venerdì 19 aprile, alle 18, sarà presentato il restauro dell’opera di Carlone. Realizzato grazie al sostegno della Fondazione De Mari, l’intervento ha permesso di restituire piena leggibilità al dipinto che si presentava in pessime condizioni  e di esaltare finalmente la sua straordinaria intensità.

L’evento è organizzato dalla Confraternita di San Michele Arcangelo insieme alla Soprintendenza Archeologia  Belle Arti e Paesaggio per le Province di Imperia e Savona, l’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Savona Noli, e dalla Fondazione De Mari. La presentazione del restauro inizierà con i saluti di Paolo Pacini dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici ed Edilizia di Culto della Diocesi di Savona-Noli, Anna Cossetta, Direttrice Fondazione De Mari, Luca Minuto

Priore della Confraternita di San Michele Arcangelo. Interverranno  Francesca De Cupis Storico dell’Arte Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Imperia e Savona e Cesare Pagliero che ha restaurato il dipinto nel suo laboratorio di Savigliano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.