Commento

Vado 2024, Gilardi: “Lascio polemiche e giudizi superficiali agli altri. Concentrato su un progetto nuovo”

Il candidato sindaco commenta la nota pubblicata ieri dal responsabile dell'Alleanza Verdi-Sinistra Italiana: "Piena di imprecisioni e giudizi sommari"

Fabio Gilardi

Vado Ligure. “La nota pubblicata ieri dal responsabile dell’Alleanza Verdi-Sinistra Italiana è piena di imprecisioni e giudizi sommari, che meritano una risposta chiara”. Così Fabio Gilardi, ex vicesindaco nella giunta di Monica Giuliano e ora candidato sindaco per la lista “Vado, Prima!”.

“Partendo dal rigassificatore – spiega –  questione sulla quale la nostra posizione di contrarierà è stata più volte chiarita e motivata. Siamo impegnati a sostenere le azioni amministrative e politiche intraprese dal territorio, in stretta collaborazione con il Sindaco di Savona.  In secondo luogo, definire “fallimentare” la scorsa Amministrazione di Vado Ligure ritengo sia superficiale e strumentale, perché si tratta di un giudizio basato più sull’epilogo di quell’esperienza che su un’analisi onesta del lavoro svolto da un gruppo eterogeneo di amministratori”.

“I componenti che fanno parte del gruppo “Vado, Prima” non possono essere etichettati per le scelte di altri, ma devono essere giudicati per il loro lavoro al servizio dei vadesi. Parliamo di persone, tra cui il sottoscritto, che si sono impegnate costantemente per migliorare il nostro Comune, con risultati che si possono toccare con mano. Il supporto allo sviluppo economico e le categorie, il potenziamento di un sistema di welfare all’avanguardia a livello regionale, gli investimenti per una viabilità più sicura, una maggiore protezione dai rischi idrogeologici e dai pericoli di strade vetuste e inadeguate”, aggiunge Gilardi.

“Ora, questo gruppo si presenta ai vadesi per consolidare il lavoro fatto, ma soprattutto per aprire un nuovo ciclo, cercando di portare innovazione, sia in termini di obiettivi sia di metodo, con il fine ultimo di dare ancor più valore alla qualità di vita di tutta la cittadinanza. Il nostro progetto è trasparente e si fonda sul confronto aperto con i cittadini, le associazioni, le forze sociali della città e non chiude le porte a nessuno, a patto che si voglia portare un contributo sincero.  Ci basiamo sui valori che sono radicati nella storia della nostra Vado Ligure. Il lavoro e il sacrificio. Le polemiche le lasciamo agli altri”, conclude.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.