Sopralluogo

Rigenerazione urbana: a Toirano sei interventi da oltre 200mila euro per la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e ambientale

Questa mattina la cittadina della Val Varatella ha ricevuto la visita dell'assessore regionale Marco Scajola

Toirano. Ha toccato anche Toirano il “tour” promosso dall’assessore regionale Marco Scajola per visionare i lavori avviati e in fase di progettazione nell’ambito dei fondi di rigenerazione urbana stanziati dalla Regione. Accompagnato dai consiglieri regionali Angelo Vaccarezza e Alessandro Bozzano e dai tecnici funzionari di Regione, Scajola è stato accolto dal sindaco Giuseppe De Fezza e dai membri dell’amministrazione comunale.

“L’obbiettivo dell’incontro è stato quello di analizzare insieme, Comune e Regione, il progetto inserito all’interno dell’ambito di rigenerazione urbana e di valorizzazione del patrimonio storico culturale del centro cittadino del nostro comune – spiega il primo cittadino toiranese – Infatti, Regione Liguria ha concesso al Comune di Toirano un contributo di 184.500 euro per la valorizzare del patrimonio storico, culturale e ambientale del nostro borgo. Questi fondi, sommati ad euro 20.500 messi a disposizione dall’Ente, consentiranno di realizzare interventi per un importo di 205.000 euro”.

Si interverrà con la puntuale riqualificazione architettonica  di alcuni spazi pubblici dell’ambito di intervento e con la valorizzazione dell’intero centro storico attraverso il disegno di un arredo urbano e di illuminazione unitario, il tutto coerente con il linguaggio architettonico contemporaneo e nel rispetto dei valori monumentali. L’area d’intervento si estende dall’edificio comunale fino ad arrivare in via Pietro Mainero.

“In questo settore urbano sono presenti alcune delle testimonianze più antiche della civiltà toiranese e delle sue radici medioevali, infatti trovano sede alcune delle emergenze monumentali più importanti tra cui: la residenza dei vescovi di Albenga: il Paraxo, il palazzo d’Aste, il Toracco (la parte più antica e più caratteristica del paese, cinta da mura, con vicoli tortuosi, archivolti, loggiati, porticati bassi e bui, ripide scale esterne), la chiesa della Madonna del Rosario, la parrocchia di San Martino ed i resti della Portassa, antica porta di ingresso alla città. Da evidenziare infine la presenza di due piazze caratteristiche del centro, piazza San Martino e piazza Libertà, che costituiscono ‘vuoti urbani’ strategici nel densamente edificato nucleo storico di Toirano”. Il progetto propone alcuni interventi di ricucitura del sistema infrastrutturale e del nucleo storico di Toirano.

L’intervento A, su piazza Santa Maria, ha come tema una standardizzazione dell’installazione dell’arredo urbano per rendere omogeneo il centro storico di Toirano: “Attualmente lo slargo si trova in buono stato di conservazione ma presenta episodi differenziati di arredo incoerenti tra loro. Per queste ragioni il progetto intende disporre nuove sedute e nuovo arredo progettato appositamente con cartellonistica per la descrizione dei principali luoghi di interesse. Completano l’intervento una nuova illuminazione e dissuasori di separazione tra lo spazio pedonale e quello carrabile”.

Rigenerazione urbana, l'assessore Scajola a Toirano

L’intervento B, che interessa il parcheggio adiacente le Poste, intende sistemare il parcheggio pubblico con il rifacimento della pavimentazione, la razionalizzazione dei posti auto, la sistemazione aiuole verdi e fornitura e posa nuovo arredo urbano.

Rigenerazione urbana, l'assessore Scajola a Toirano

Un terzo intervento (intervento C) interessa piazza Libertà: “Il progetto propone la riqualificazione della piazza Libertà che attualmente risulta essere carente di arredo urbano con presenza di elementi di discontinuità estetica e disorganizzazione funzionale. La valorizzazione della piazza, pertanto, parte dal presupposto di ricreare l’identità dello spazio quale luogo di incontro e di scambio di idee ma anche di divertimento e svago. L’idea si traduce nella razionalizzazione degli elementi urbani e nella distribuzione funzionale dello spazio pubblico. Si propone l’installazione di un nuovo arredo urbano come sedute, cestini per i rifiuti nonché una nuova illuminazione con la caratteristica di avere una luce meno profonda e più diffusa in modo da creare un punto di illuminazione che non arrechi disturbo ai cittadini e ai passanti”.

Rigenerazione urbana, l'assessore Scajola a Toirano

Un intervento D riguarda la zona della Portassa: “Dal punto di vista storico, si tratta di una delle più importanti aree di Toirano. Nonostante l’antica porta della città sia oggi demolita, la zona della Portassa mantiene la valenza strategica di accesso al centro storico. Per queste ragioni, l’intervento propone la sistemazione dello spazio di accesso al centro storico con nuova pavimentazione in porfido, nuovo arredo urbano e di illuminazione”.

Rigenerazione urbana, l'assessore Scajola a Toirano

Un quinto intervento interessa il parcheggio di via Pietro Mainero: “Ha come tema una riqualificazione del marciapiede e la sistemazione della illuminazione stradale che attualmente risulta essere insufficiente e incoerente con gli altri elementi presenti. Si prevede uno studio consono ed adeguato all’illuminazione stradale pubblica in modo da non abbagliare le automobili e di non recare disturbo alle abitazioni. Quindi si sono progettati dei corpi illuminanti che hanno un tipo di luce direzionale e non abbagliante. Si prevede il rifacimento del marciapiede che in alcuni punti risulta essere sconnesso e pericoloso. Vengono installati ulteriori arredi urbani come cestini dei rifiuti e dissuasori nei pressi degli attraversamenti pedonali”.

Il sesto intervento prevede la sistemazione della zona del palazzo comunale in via Braida: “Il sesto intervento interessa l’aiuola prospicente l’ingresso principale al comune di Toirano attualmente in stato ‘disordinato’. Il progetto, analogamente alle altre opere previste, intende razionalizzare lo spazio verde con pulizia dell’area, piantumazione di essenza arboree e installazione di nuovo arredo urbano e illuminazione”.

Rigenerazione urbana, l'assessore Scajola a Toirano

“Con il finanziamento di questi interventi, ottenuto grazie alla forte sinergia tra la mia amministrazione e Regione Liguria, valorizzeremo ancora di più il nostro bellissimo centro storico, con l’intento di aumentare la qualità dei servizi per i nostri cittadini e di creare nuove opportunità per le nostre attività commerciali e ricettive anche nell’ambito delle iniziative di sviluppo economico e sociale che abbiamo messo a sistema. Un ringraziamento ai tecnici comunali che coordinati dal nostro responsabile del servizio, geometra Nicola Nocera, hanno lavorato assiduamente per finalizzare l’ottenimento di questo importante finanziamento a beneficio della nostra comunità”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.