A savona

Villa Zanelli aprirà entro Pasqua, Scajola: “Restituiamo questo gioiello alla città, un atto d’amore di Toti verso un luogo nel cuore dei savonesi”

Parco pubblico da 7800 metri quadrati, piano terra dedicato alle mostre, al primo piano un ristorante e al secondo un albergo

Villa Zanelli Savona

Savona. “Entro Pasqua restituiremo villa Zanelli alla città di Savona e ai savonesi“. Lo ha annunciato l’assessore all’urbanistica di Regione Liguria Marco Scajola durante l’inaugurazione di piazza Diaz sabato scorso.

In occasione della riapertura, Regione, insieme al Comune, sta organizzando un “Open day” con il coinvolgimento degli studenti, ma non solo: l’evento sarà aperto a chiunque voglia partecipare.

“Grazie a uno sforzo di Regione Liguria – commenta Scajola – siamo riusciti a recuperare uno dei più bei esempi di stile liberty in Italia. Questo è un atto d’amore del presidente Giovanni Toti e dell’amministrazione regionale verso un luogo storico nel cuore dei cittadini“.

La villa è circondata da un meraviglioso parco storico di 7800 metri quadrati. All’interno della villa al piano terra, sorgerà uno spazio espositivo da 220 metri quadrati circa, anche ad uso pubblico in convenzione con il Comune di Savona per mostre e manifestazioni. Invece, al primo piano, circa 180 metri quadrati, ci saranno sale ristorante per 80 coperti e la reception dell’hotel, nei piani superiori 11 camere e Suite per un totale di 24 posti letto, un bar da 60 metri quadrati con area attrezzata all’esterno e 150 metri quadrati di terrazza panoramica.

Per la porzione di spiaggia di fronte alla villa, è stata richiesta la concessione demaniale di 50 metri di fronte mare, per un’area di arenile di oltre 1.500 metri quadri che sarà pertinenza dell’hotel. Alla spiaggia si potrà accedere dal parco della Villa.

Lo spazio verde esterno e il piano terra saranno aperti al pubblico in occasione di mostre o manifestazioni. Nel frattempo Arte sta cercando un gestore dell’hotel e del ristorante: “Abbiamo recepito quattro manifestazioni d’interesse piu o meno articolate, alcune delle quali sono in stato avanzato – ha detto Paolo Gallo, amministratore unico di Arte Genova -. Il percorso è ancora aperto, il nostro obiettivo trovare un gestore che sia estremamente affidabile, professionale e consapevole che la gestione della struttura possa essere redditizia”.

Sarà un partenariato pubblico privato, dove sarà richiesto al gestore un canone di locazione.

Si tratta di un capolavoro in stile Liberty con fronti esterni caratterizzati da un ricco apparato ornamentale con ferri battuti artistici, vetrate, infissi intagliati, maioliche e decorazioni in “pietra artificiale” prefabbricate a stampo, commissionata dal capitano di lungo corso Nicolò Zanelli, che finanziò l’intero progetto tra la fine del 1906 e il 1908.

L’insieme degli interventi ha un valore di 6 milioni e 600mila euro, di cui 4,8 da finanziamento Ministeriale, 337mila euro di fondi regionali e 1.400mila di fondi di ARTE Genova.

leggi anche
Villa Zanelli Savona
Dopo il recupero
Savona, si cercano gestori per Villa Zanelli. Toti: “Obiettivo gara entro fine anno e hotel aperto nel 2024”
Villa Zanelli Savona
Apertura
Savona, tre giorni di Open Days per la riapertura di Villa Zanelli
Villa Zanelli Savona
Porte aperte
Savona, riapre al pubblico Villa Zanelli: tutto pronto per la tre giorni di open day
Villa Zanelli riapre al pubblico
Porte aperte
Dopo tre anni di lavori Villa Zanelli riapre al pubblico, ad aprile e maggio visite tutti i weekend

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.