"massimo impegno"

Tentata violenza sessuale ad Albenga, il sindaco: “Vicinanza alla ragazza. Spiace che la minoranza strumentalizzi episodi del genere”

“La buona politica penso sia fatta di proposte, considerazioni, magari anche dure, ma che non stravolgono la realtà facendo ingiustificato allarmismo”

controlli carabinieri albenga

Albenga. “Manifesto la mia vicinanza alla ragazza che ha subito un tentativo di palpeggiamento lo scorso 10 febbraio e ringrazio le Forze dell’ordine. Ma spiace che certi episodi vengano strumentalizzati dai rappresentanti della minoranza esclusivamente per interessi elettorali”.

È questo, in sintesi, il commento del sindaco di Albenga Riccardo Tomatis alla notizia delle tentata violenza sessuale avvenuta nella Città delle Torri lo scorso 10 febbraio. 

“Qualunque tipo di violenza, anche fosse solo verbale, va denunciata e contrastata, – ha proseguito il sindaco. – La giovane donna ha prontamente sporto denuncia ai carabinieri, competenti sul tema sicurezza insieme alle altre Forze dell’Ordine, che sono intervenuti e, in poco tempo, hanno identificato e denunciato l’uomo. A loro vanno i miei ringraziamenti”.

Sulla presenza delle Forze dell’ordine sul territorio: “Ad Albenga abbiamo una compagnia dei carabinieri molto attiva e presente, abbiamo la presenza della polizia di stato, della guardia di finanza e delle altre forze dell’ordine che hanno creato un clima di sinergia anche con l’amministrazione e la polizia locale che permette interventi efficaci sul territorio”.

“In provincia di Savona abbiamo un Questore, la dott.ssa Alessandra Simone, che su queste tematiche ha fatto e sta facendo moltissimo (pensiamo ai protocolli ‘Zeus’ ed ‘Eva’). Grazie alla sua sensibilità e attenzione, alle iniziative di prevenzione tra i giovani e nelle scuole, agli eventi informativi, agli incontri e alle conferenze sono stati fatti passi avanti importanti. Ancora molto è da fare a partire dalla garanzia di interventi e pene certe per i responsabili di episodi di violenza”.

“Come sottolineato in molte occasioni l’obiettivo, non solo mio, ma delle forze dell’ordine in tutta Italia e nel mondo e di tutta la società civile, è quello di riuscire ad arrivare ad un domani nel quale non vi sia più neppure un episodio di violenza di alcun genere e gravità”, ha proseguito il primo cittadino. 

Sulle azioni messe in campo dall’amministrazione comunale: “Per quanto di competenza di un’amministrazione stiamo portando avanti molte iniziative contro la violenza di genere in collaborazione con le associazioni del territorio, pensiamo ai progetti con il ‘Centro Antiviolenza Artemisia Gentileschi’, con lo Zonta e molto altro, ma anche proprio con le forze dell’ordine. Continueremo con il massimo impegno in questa direzione, spiace solo che certi episodi vengano strumentalizzati da chi ha esclusivamente interessi elettorali”.

E qui arriva la replica alle accuse della minoranza in relazione all’episodio: “Temo che nei prossimi mesi avremo a che fare con una campagna elettorale che genererà una vera e propria ‘macchina del fango’ che si riverserà sulla città. Purtroppo siamo tristemente abituati ai toni di alcuni esponenti della minoranza che strumentalizzando, ingigantendo o spesso esponendo in maniera non oggettiva i fatti, danneggiano in primis i cittadini, i commercianti, i gestori di bar, ristoranti e strutture ricettive, insomma Albenga”.

“Sono convinto che la politica, la buona politica, non sia questo. Non sia una gara a chi urla più forte o chi denigra di più la Città. La buona politica non strumentalizza nessun episodio. La buona politica penso sia fatta di proposte, considerazioni, magari anche dure, ma che non stravolgono la realtà facendo ingiustificato allarmismo che crea un clima di tensione in città”, ha concluso Tomatis.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.