Cerimonia

Stella è “Città Presidenziale”: riconoscimento consegnato nel giorno dei 34 anni dalla morte di Pertini

La cittadina è stata inserita nell'itinerario culturale, storico e turistico dei luoghi dove sono nati e hanno vissuto i Presidenti della Repubblica Italiana

Stella è “Città Presidenziale”. La cerimonia si è tenuta presso la sala consiliare del Comune di Stella e la cittadina è stata inserita nell’itinerario culturale, storico e turistico dei luoghi dove sono nati e hanno vissuto i Presidenti della Repubblica Italiana.

L’occasione è stata quella del 34esimo anniversario della morte del Presidente Sandro Pertini avvenuta il 24 febbraio del 1990.

L’iniziativa è stata promossa dall’ente Stati Generali del Patrimonio Italiano, rappresentata dal Presidente Ivan Drogo Inglese, con il patrocinio di Anci Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, dalla Fondazione Sandro Pertini, dalla Fondazione Luigi Einaudi e dall’Associazione Sandro Pertini di Stella. A ricevere la targa il sindaco del Comune di Stella Andrea Castellini alla presenza del sindaco di Carrù Nicola Schellino.

Carrù è il luogo di nascita del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi e infatti il prossimo 24 marzo si terrà una analoga cerimonia nel comune cuneese in occasione dei 150 anni della nascita avvenuta il 24 marzo del 1874.

Durante la cerimonia sono intervenuti per rivolgere il loro saluto l’On. Francesco Bruzzone e, in rappresentanza del Consiglio Regionale della Liguria, il consigliere Alessandro Bozzano oltre a Elisabetta Favetta presidente dell’Associazione Sandro Pertini di Stella. Il sindaco di Genova nonché presidente di Anci Liguria Marco Bucci è intervenuto in remoto per portare il suo saluto. Erano presenti il sindaco di Albisola Superiore Maurizio Garbarini e quello di Varazze Luigi Pierfederici.

Alessandro “Sandro” Pertini nacque a Stella il 25 settembre 1896 dai genitori savonesi, il padre Alberto e la madre Maria Muzio. In seguito si sposò con la torinese Carla Voltolina. L’8 luglio del 1978 venne eletto Presidente della Repubblica Italiana. Morì a Roma il 24 febbraio del 1990. La casa natale è oggi proprietà della Regione Liguria.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.