Confronto

Savona, l’USEI-APS incontra il sindaco Russo e il presidente del consiglio comunale Lirosi

Il primo cittadino savonese ha incontrato i vari rappresentanti dell'Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia

Generico febbraio 2024

Savona. Lunedì 12 febbraio, presso il Comune di Savona, si è tenuto un importante incontro tra il sindaco Marco Russo, il presidente del Consiglio Comunale Francesco Lirosi e vari rappresentanti dell’Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia (USEI-APS).

L’incontro è stato un momento significativo di dialogo e collaborazione. L’Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia (USEI-APS), fondata nel dicembre 2008 da un gruppo di cittadini di origine ecuadoriana, ha svolto un ruolo importante come punto di riferimento per la comunità ecuadoriana e per tutti gli immigrati presenti nel territorio. Nel corso delle sue attività, l’associazione ha promosso l’integrazione tra italiani, ecuadoriani, latinoamericani e altri stranieri, creando un luogo di incontro per nuove culture, stili di vita e relazioni.

L’incontro  ha rappresentato un’opportunità per discutere temi di interesse comune, con l’obiettivo di favorire la collaborazione e lo scambio di idee tra le parti coinvolte. L’USEI-APS continua a svolgere un ruolo prezioso nella promozione della solidarietà e dell’integrazione, contribuendo al tessuto sociale di Savona e oltre.

Durante la riunione, sono stati discussi vari argomenti di interesse comune, tra cui:

La proposta di gemellaggio tra Savona e Guayaquil: Il presidente dell’USEI-APS, Antonio Garcia, ha spiegato che entrambe le città condividono caratteristiche e potenzialità che potrebbero essere valorizzate reciprocamente. Guayaquil, uno dei principali centri economici dell’Ecuador, ha una ricca storia, una cultura vivace e un fiorente settore turistico. D’altro canto Savona, nota per il suo porto marittimo e la sua eredità storica, offre un’ampia gamma di opportunità in campo commerciale, turistico ed educativo.

Il Patto di collaborazione firmato tra USEI-APS e il Comune di Savona: Sport e attività per tutti, da realizzare presso i Giardini di Piazza delle Nazioni, col quale l’USEI-APS si impegna a formulare un progetto, condiviso con altri soggetti che spontaneamente svolgono attività sportive non organizzate nell’area sopranominata, per promuovere insieme uno spazio di socialità e di sport aperto a tutti, al fine di favorire ed incrementare l’inclusione.

L’importanza di valorizzare lo sportello INFO Point per i cittadini stranieri gestito dall’USEI APS col patrocinio del Comune di Savona: Un argomento rilevante e meritevole di discussione, visto che svolge un ruolo cruciale nel fornire servizi informativi, assistenza e supporto a diverse fasce della popolazione, compresi i cittadini stranieri e non solo. Valorizzare questo sportello -indica Garcia- significa riconoscere il suo contributo alla comunità e garantire che continui a svolgere un ruolo significativo, dato che spesso lavorano con famiglie, giovani e persone in situazioni di disagio sociale. Garcia conclude – “Valorizzando questo servizio, l’amministrazione comunale promuoverebbe l’integrazione sociale, l’uguaglianza e la solidarietà tra i cittadini”.

Un accordo che favorisca un maggiore coinvolgimento dell’amministrazione comunale di Savona con i cittadini stranieri residenti: Organizzare insieme alle varie comunità residenti, eventi o manifestazioni per celebrare le festività nazionali dei vari paesi rappresentati dai cittadini stranieri. Per questo l’USEI-APS si offre come ponte per il coinvolgimento con le altre comunità, spiega Garcia.

“Inoltre, durante l’incontro, è stato suggerito dal sindaco Russo e il presidente Lirosi, il coinvolgimento dell’USEI-APS nella proposta comunale alla candidatura di Savona come Capitale della Cultura 2027. Garcia ha espresso il suo pieno sostegno a questa iniziativa e ha proposto un incontro spiegativo con i soci dell’USEI-APS nei prossimi giorni, per proporre alcune attività culturali e progetti che potrebbero contribuire al successo della candidatura. Il sindaco e il presidente del consiglio hanno accolto positivamente questa collaborazione e hanno sottolineato l’importanza di coinvolgere le diverse comunità presenti a Savona per rendere la città un luogo ricco di cultura, arte e inclusione. L’incontro è stato caratterizzato da un clima di apertura e cooperazione, con l’obiettivo di costruire una città più inclusiva e accogliente per tutti i suoi cittadini”, si legge in una nota.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.