Presenza

Rigassificatore, anche Linea Condivisa partecipa alla protesta a Sanremo: “Problema che non coinvolge solo Vado ma avrà impatto più vasto”

Organizzato un incontro sul tema per il 16 febbraio a Cogoleto

Generico febbraio 2024

Liguria. C’era anche la responsabile ambiente e membro del direttivo di Linea Condivisa Nadia Repetto a Sanremo per “protestare contro il rigassificatore che arriverà tra Savona e Vado Ligure”.

“Linea Condivisa c’era – dice Repetto – Da Savona a Sanremo per protestare, anche fuori territorio, contro il rigassificatore. L’iniziativa organizzata dal Coordinamento No Rigassificatore in occasione del primo giorno del Festival, martedì 6 febbraio, ha ottenuto oltre 100 adesioni. Già nei mesi scorsi abbiamo presentato un documento ufficiale al Ministero dell’Ambiente, al Ministero dello Sviluppo Economico e alla Regione Liguria esprimendo serie preoccupazioni”.

“Siamo stati i primi a sollevare la questione, lo scorso luglio, in Regione chiedendo urgentemente una convocazione delle competenti Commissioni Consiliari – dice Gianni Pastorino, capogruppo di Linea Condivisa in consiglio regionale – Dopodiché sono stato il primo firmatario nella richiesta di una seduta di Consiglio Regionale monotematica che si è svolta lo scorso 25 settembre. Il nostro impegno sul tema è dunque massimo”.

“Ne parleremo anche il prossimo 16 febbraio a Cogoleto dove abbiamo organizzato un incontro sul tema. L’appuntamento è alle 20.30 in via Luigi Parenti 24 presso la Sala Bardina. Ne parleremo con Gianni Pastorino, consigliere regionale di Linea Condivisa; Nadia Repetto, biologa marina; Mauro Solari, ingegnere; Regina Sozzi, fisico del WWF; Maurizio Wurtz, oceanografo. A moderare il dibattito sarà Rossella D’Acqui, presidente di Linea Condivisa”.

“È un problema che non coinvolge solo Vado Ligure ma tutti i Comuni limitrofi e avrà inevitabilmente un impatto più vasto – aggiunge Rossella D’Acqui – Per questo ci è sembrato giusto organizzare un evento proprio in un Comune come Cogoleto. È necessario conoscere per poi per esigere l’applicazione dei diritti e la salvaguardia dell’ambiente”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.