Replica

Piaggio, Cavo: “PD inconcludente per anni, risibile oggi a mettere fretta”

La deputata di Noi Moderati e coordinatrice della Lista Toti ribatte ai Dem: "Siamo seri, come Urso che verrà e sarà un segnale"

Nuova protesta dei lavoratori Piaggio a Villanova

Liguria. “Ma davvero voi che siete stati maggioranza con gli ultimi due governi pensate di poter dire che bisogna fare in fretta e di poter strumentalizzare i tempi di una terza gara per l’acquisizione di Piaggio Areospace dopo che due sono andate deserte sotto la vostra responsabilità? Avete perso anni al governo, con un ministro al Lavoro del territorio, come Orlando, non avete trovato una soluzione ponendo le condizioni per questa terza gara e adesso mettete fretta? Siamo ormai al populismo a sei stelle. Non siamo ridicoli e lavoriamo seriamente per il bene delle nostre aziende”.

Così Ilaria Cavo, vice presidente della Commissione Attività Produttive della Camera, deputata di Noi Moderati e coordinatrice della Lista Toti, risponde ai senatori Lorenzo Basso e Annamaria Furlan che criticano persino l’arrivo del ministro Adolfo Urso in Liguria.

“Anche ieri, a margine di una riunione della commissione, ho fatto presente al ministro dell’importanza di un suo segnale su Piaggio in occasione della sua visita a Genova, la prossima settimana. E mi ha confermato la disponibilità a un incontro con i sindacati e sono certa che darà un segnale”

“Al di là dei tavoli, sono certa che coglierà l’occasione della visita per toccare anche la vicenda Piaggio Qui nessuno scappa. Al contrario, tutti vogliamo seguire con attenzione la vicenda e ci auguriamo che venga individuata la soluzione migliore. Non un’assegnazione a tutti i costi se le offerte della gara non convincono i commissari e se non danno le adeguate garanzie – conclude Ilaria Cavo la sua replica a Basso e Furlan – Che il ministro Urso venga in Liguria, disponibile all’incontro con i sindacati di Piaggo, è la garanzia più forte di tanti tavoli e di tante polemiche”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.