Presentazione

Finale Ligure, stop alle barriere architettoniche: piano da 1,7mln di euro

L'obiettivo: "Rendere la nostra cittadina accessibile e fruibile a tutti"

disabile

Finale Ligure. Presentato alla Giunta e agli uffici tecnici comunali, oltre che alla Consulta del Volontariato, il nuovo Piano Eliminazione Barriere Architettoniche varato dall’amministrazione finalese.

“Un importante obiettivo raggiunto”, il primo commento del sindaco Frascherelli: “Il Piano una volta adottato ci permetterà di programmare interventi utili e necessari affinché la città sia sempre di più a portata di tutti”.

L’amministrazione finalese nel 2023 ha affidato l’incarico ad un gruppo di professionisti esterni che fa capo all’Arch. Maria Pizzamiglio (che negli anni hanno prodotto anche un piano di interventi mirato ad alcuni pubblici edifici) che ha elaborato un quadro complessivo di interventi necessari su tutti e quattro i Rioni oltre che un focus su Località Le Manie.

Il vice sindaco e assessore comunale Andrea Guzzi: “Il quadro complessivo ci permette di fare programmazione, con interventi che potrebbero essere suddivisi in lotti funzionali e quindi finanziabili su base pluriennale con la quota di oneri vincolata ad investimenti di questo tipo”.

“Ogni opera pubblica pensata e progettata potrà avere anche un supporto importante in questo documento che oltre ad essere un importante obiettivo morale permetterà all’Ente di attingere a finanziamenti sovracomunali che ci permetteranno di concretizzare e risolvere criticità della nostra cittadina”.

Il piano prevede circa 1,7 milioni di euro di interventi mirati.

Laura Salpietro, consigliere delegato ai servizi sociali, vede in questo piano “un’importante segnale di attenzione al mondo dei diversamente abili. I tanti progetti portati avanti grazie al prezioso contributo della Consulta del Volontariato vedono in questo prezioso documento un punto di partenza non certo un punto di arrivo”.

L’amministrazione finalese ha investito circa 23 mila euro lo scorso anno per poter adottare questo Piano, ottenendo anche un contributo da Regione Liguria di circa 9 mila euro.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.