Modalità

Appartamenti ad uso turistico, il Comune di Albenga: “Nessuna convenzione con Airbnb per la riscossione dell’imposta di soggiorno”

Il Comune invita "i gestori a continuare a provvedere alla gestione dell’imposta di soggiorno con le modalità fino ad ora utilizzate"

Albenga porta comune municipio archivio

Albenga. “Il Comune di Albenga non ha attualmente in essere alcuna convenzione con il portale Airbnb, né tantomeno con altri portali on line che gestiscono affitti turistici, per la riscossione dell’imposta di soggiorno”. Lo comunica, in una nota, l’amministrazione comunale ingauna.

Il chiarimento si è reso necessario “a seguito della e-mail che Airbnb ha inviato a molti gestori di appartamenti ad uso turistico. Segnaliamo, quindi, che la normativa vigente richiamata nella citata comunicazione (modifiche al decreto legge 50/2017 introdotte dalla legge 213/2023 “Finanziaria 2024”) si riferisce alla cosiddetta cedolare secca e non all’imposta di soggiorno”.

Il Comune invita “i gestori a non considerare tale comunicazione di Airbnb e a continuare a provvedere alla gestione dell’imposta di soggiorno per il Comune di Albenga con le modalità fino ad ora utilizzate”.

Per informazioni cliccare qui o contattare l’ufficio sito in viale Martiri della Libertà 1 (primo piano), inviare una mail a impostasoggiorno@comune.albenga.sv.it o chiamare il numero 0182 5685 215-222.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.