Poche adesioni

Liceo del Made in Italy, il Della Rovere di Savona è una delle due scuole liguri pronte ad istituirlo

E' il nuovo indirizzo scolastico varato dal governo Meloni in sostituzione dell'opzione economico-sociale del liceo delle scienze umane

Liceo Della Rovere Savona

Savona. Il liceo Della Rovere di Savona e listituto statale Firpo-Buonarroti di Genova sono le uniche scuole liguri ad aver deliberato di attivare dal prossimo anno scolastico 2024-2025 il liceo del Made in Italy, il nuovo indirizzo scolastico varato dal governo Meloni in sostituzione dell’opzione economico-sociale del liceo delle scienze umane. Lo ha rivelato oggi in consiglio regionale l’assessora alla Scuola Simona Ferro in risposta a un’interrogazione presentata da Pippo Rossetti (Azione).

“Si tratta di un innovativo percorso liceale volto all’acquisizione da parte degli studenti degli strumenti necessari per la ricerca e per l’analisi degli scenari storico-geografici e artistico-culturali, nonché della dimensione storica e dello sviluppo industriale ed economico dei settori produttivi del made in Italy. L’intento è proprio quello di valorizzare e promuovere le nostre eccellenze – ha ricordato l’assessora Ferro, esponente di Fratelli d’Italia -. Ci tengo a sottolineare l’importanza di questo nuovo strumento, perché istituire un liceo che prepari una nuova classe dirigente ad occuparsi delle eccellenze italiane nel mondo non solo è utile alla nostra economia nazionale ma anche alla nostra cultura”.

Il nuovo percorso di studi, varato a fine dicembre, è stato presentato dal ministro Giuseppe Valditara come un manifesto della nuova scuola “del merito” finalizzata a formare figure chiave per l’economia nazionale. Rispetto all’opzione economico-sociale in vigore, il piano di studi del biennio (l’unico finora approvato) prevede l’eliminazione totale degli insegnamenti di scienze umane (psicologia, antropologia, pedagogia e sociologia), l’abolizione totale del latino in favore di una seconda lingua straniera e un potenziamento delle ore di diritto ed economia.

Il termine per la richiesta di attivazione delle prime classi del liceo da parte delle istituzioni scolastiche interessate, da presentare contestualmente alla Regione e all’Ufficio scolastico regionale competente, era stato fissato al 15 gennaio. Ma poi, visto il numero molto scarso di adesioni a livello nazionale, il ministero ha deciso di prorogarlo fino al 18 gennaio. Ad oggi in Liguria gli istituti aderenti restano sempre due. “Aspettate i risultati e vedrete che anche il liceo del Made in Italy ha avuto dei risultati sicuramente soddisfacenti, certamente migliori rispetto a quanto alcuni nei giorni scorsi hanno sostenuto senza avere nemmeno la contezza dei dati”, ha replicato ieri Valditara.

“Segnalo che stanno proseguendo le interlocuzioni con l’Ufficio scolastico regionale e gli uffici di Regione Liguria al fine di predisporre la stipula dell’accordo che, nelle more dell’adozione del regolamento, consentirà l’attuazione e la costituzione delle classi prime del liceo del Made in Italy”, ha precisato l’assessora Ferro.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.