Domande

Savona, interpellanza di Santi: “L’arenile davanti al Priamar nel degrado, l’amministrazione comunale cosa fa?”

"E' un ritrovo di senzatetto e irregolari che la utilizzano abusivamente installando tende o altre strutture non autorizzate e accendendo fuochi che creano grave pericolo"

Arenile Priamar Savona Santi

Savona. Riguarda le condizioni del tratto di arenile antistante la fortezza del Priamar l’interpellanza che il consigliere di minoranza Piero Santi ha presentato alla maggioranza del sindaco di Savona Marco Russo.

“Da anni l’area risulta altamente degradata, un ricettacolo di immondizia e sovente luogo di ritrovo di senzatetto e irregolari che la utilizzano abusivamente per stazionare, installando tende o altre strutture non autorizzate accendendo fuochi che creano grave pericolo – ricorda Santi nel documento – L’utilizzo improprio e la posizione isolata della spiaggia è causa di degrado con conseguenti implicazioni sulle condizioni igienico sanitarie e di sicurezza che impediscono ai cittadini di utilizzare la suddetta porzione di arenile. Molte volte i soci del Circolo Nautico che ha la sede confinante con la spiaggia in oggetto hanno subito danni alle loro barche e alle loro attrezzature”.

“L’amministrazione comunale sin dall’anno 2022 si era impegnata a bonificare l’area anche firmando un protocollo d’intesa con l’Autorità di Sistema Portuale per la gestione del tratto al fine di poter svolgere attività ludico ricreative di aggregazione. Ad oggi nonostante gli innumerevoli impegni di far diventare il tutto un punto di riferimento per i savonesi la situazione è invariata e nulla di concreto è in programma il che fa pensare seriamente che inizierà la prossima stagione estiva con gli stessi problemi di sempre”.

Santi chiede “cosa intenda fare l’amministrazione comunale per risolvere tale gravosa situazione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.