Botta e risposta

Sanità, Cgil Savona a Toti: “Risposte concrete dalla Regione? Risolvete il dramma delle liste d’attesa, potenziate i Ppi e riaprite il punto nascite”

Il sindacato replica al governatore: "Il presidente proprio non riesce ad accettare l'idea che esista qualcuno che dice no”

manifestazione sanità savona

Savona. “Toti proprio non riesce ad accettare l’idea che esista qualcuno che dice no”. Non tarda ad arrivare la replica di Cgil Savona alle dichiarazioni del governatore ligure in risposta alle accuse lanciate proprio dallo sindacato riguardo la sanità ligure.

“La Cgil fa politica, opponendosi a tutti è diventato il sindacato della decrescita e del regresso”, ha commentato il presidente di Regione Liguria. Parole a cui non ci sta il sindacato: “Toti non sa più che pesci prendere su sanità e sviluppo e ogni giorno ‘scivola’ con comunicati che hanno poco senso – dicono -. Per il presidente non ci sono problemi in provincia di Savona né sulla sanità, né sullo sviluppo, né sulle politiche industriali. Potrebbe chiedere a chi aspetta nove mesi per una colonscopia, a chi partorisce in ambulanza, a medici, tecnici e infermieri che scoppiano nei pronto soccorsi e nei reparti. Continua ad essere ossessionato dalla promessa fatta al Governo sullo spostamento della nave rigassificatrice e dalla contrarietà dell’intero territorio savonese”.

“No presidente, la Cgil di Savona si oppone alle scelte politiche che giudichiamo sbagliate della sua amministrazione in tema di socio sanitario, nella provincia più vecchia d’Italia, sull’assenza di politiche industriali che incidono su diritti, ambiente e sviluppo”, ribadiscono dall’organizzazione sindacale.

E poi aggiungono: “Sulla sanità e sul socio sanitario non servono altre nostre parole, la situazione è sotto gli occhi di tutti, se non ci fosse una dedizione così grande delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto sanitario saremmo già sprofondati al punto di non ritorno, visto che le decisioni messe in campo fino ad oggi hanno, mese dopo mese, peggiorato la situazione. Risolvete il dramma delle liste d’attesa, potenziate i punti di primo intervento di Cairo e Albenga h24 e riaprite il punto nascite di Pietra Ligure, poi potrete dire di avere dato una risposta concreta al territorio. Contrariamente denotate pochissima conoscenza della Provincia di Savona e tanta confusione che ne deriva da non saper più come giustificare le vostre fallimentari (almeno fino ad oggi) scelte in tema di socio sanitario”.

“Ogni tanto, presidente, accetti anche le critiche senza mettere in dubbio la serietà e la responsabilità di chi le sostiene. Soprattutto quando si parla della Cgil”, concludono dal sindacato.

leggi anche
Toti Gratarola
Replica
Sanità, Toti: “La Cgil Savona fa politica, opponendosi a tutti è diventato il sindacato della decrescita e del regresso”
Cgil Savona
Commento
Sanità, Cgil Savona: “In provincia servono più servizi e meno slogan, con Toti la situazione è precipitata”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.