Chiarimenti

Rifiuti e affidamento a SAT, il presidente Olivieri: “Fiducioso sulle due delibere inviate all’Agcom”

Entro metà gennaio è atteso il responso dell'Autorità sulla nuova governance dei rifiuti

sat rifiuti provincia

Savona. Due osservazioni da parte dell’Agcom dell’8 ottobre scorso, con altrettante due delibere da parte della Provincia di Savona in risposta all’Authority sulla nuova governance dei rifiuti e l’affidamento in house a SAT Servizi nella gestione dell’Ato provinciale di competenza.

Palazzo Nervi, infatti, ha chiarito con due nuovi atti amministrativi la procedura varata e approvata dal territorio. In primis, la Provincia ha sancito il recesso ufficiale dalle sua partecipazioni societarie. In secondo luogo, grazie al supporto legale e consulenziale fornito, ha evidenziato i profili di economicità e efficacia per l’utenza e i comuni del savonese.

Il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri aveva già rassicurato consiglieri provinciali in merito alle prescrizioni e indicazioni rilevate dall’Agcom: “Abbiamo chiarito tutti i vantaggi della scelta in house e credo, stando a tutte le valutazioni tecnico-giuridiche, che gli adempimenti richiesti sono stati soddisfatti” ha detto.

Rimarcato anche il discorso del risparmio: “Procedendo con l’house una parte degli investimenti sono ridotti e contenuti grazie all’acquisizione delle disponibilità già in capo dei singoli comuni come mezzi, spazi e aree capannoni”.

“Le due delibere prodotte sono il risultato di un lavoro di squadra svolto a livello legale e con consulenti: per questo siamo fiduciosi sull’esito dell’iter amministrativo” ha concluso.

Ora, stando all’ambito procedurale in corso, l’Autorità ha tempo fino a metà gennaio per formulare la sua risposta rispetto alla documentazione inviata dalla Provincia, con due scenari possibili: il via libera finale all’affidamento in house del servizio rifiuti, oppure il ricorso al Tar in caso di esito negativo, aprendo quindi la strada al contenzioso giurisdizionale.

A metà ottobre era stato ufficialmente siglato in Provincia il contratto per l’affidamento a Sat del servizio provinciale di gestione integrata del servizio di raccolta rifiuti urbani: un contratto quadro della durata di 15 anni, per un costo di 800 milioni di euro. al quale faranno riferimento i 64 contratti che ogni Comune siglerà per la gestione del servizio nel proprio territorio.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.