Incontro

Piaggio Aerospace, sindacati in audizione alla Conferenza dei capigruppo: “Regione si attivi in questo momento delicato”

OO.SS. territoriali e RSU hanno chiesto un coinvolgimento diretto nel percorso di vendita: "L'assessore Alessio Piana ci ha comunicato che proporrà l’apertura di un tavolo permanente di monitoraggio"

P.180 Avanti II+ Piaggio Aerospace

Villanova d’Albenga. Nella giornata di ieri, martedì 5 dicembre, presso la sede della Regione Liguria di via Fieschi, le OO.SS. territoriali e le RSU Piaggio di Villanova d’Albenga e Genova hanno incontrato, in audizione, la Conferenza dei Capigruppo regionali.

Obiettivo dell’incontro – spiegano i sindacati – “ribadire con estrema chiarezza quale debba essere il ruolo di Regione Liguria in questa fase delicata e decisiva, favorendo un pieno coinvolgimento del sindacato nel percorso di vendita necessario per garantire il futuro di Piaggio Aerospace”.

Durante l’incontro le OO.SS. hanno condiviso aggiornamenti ed evidenziato le fortissime preoccupazioni in merito alla vertenza Piaggio Aerospace, che vede coinvolti circa 800 lavoratori tra le Unità Produttive di Villanova D’Albenga e Genova. “Esprimiamo un grande ringraziamento per la disponibilità e la solidarietà ricevuta dalle due amministrazioni comunali coinvolte attraverso due deliberazioni dei rispettivi consigli Comunali del 22 e del 27 novembre – commentano – Ad oggi l’unica azione messa in atto dal MIMIT col ministro Urso, per un’azienda che si trova da 5 anni in amministrazione straordinaria, è stata quella di integrare, con due decreti nel marzo 2023, la struttura commissariale, affiancando all’avv. Vincenzo Nicastro, l’ing. Carmelo Cosentino e il dott. Gianpaolo Davide Rossetti, dai quali è arrivato ieri un riscontro alla richiesta sindacale di incontro per il giorno 18 dicembre. L’incontro riveste un’importanza fondamentale poiché il 14 novembre si è chiuso il terzo bando di gara per l’acquisizione dell’azienda”.

Ma, tra le priorità dei sindacati, c’è anche quella di incontrare al più presto il ministero dello Sviluppo Economico e del Made in Italy che – sottolineano – “deve essere garante nel percorso di vendita, con un ruolo attivo della Regione Liguria, dei Comuni e del sindacato”. L’auspicio è anche che venga coinvolto il Ministero della Difesa, “in quanto – spiegano – primario cliente istituzionale sia per i motori che per i velivoli, ad oggi ha in essere importanti commesse di svariati milioni di euro”.

Infine Le OO.SS. territoriali e le RSU Piaggio di Villanova d’Albenga e Genova hanno rimarcato l’urgenza di un diretto coinvolgimento, “a fronte dell’apertura delle buste contenenti le offerte vincolanti da parte dei Commissari con il lotto dei potenziali acquirenti, al fine di accompagnare Piaggio verso un effettivo rilancio attraverso un piano industriale solido con continuità di lavoro, investimenti e prospettive di sviluppo per un’azienda strategica e di eccellenza nel panorama mondiale”.

I sindacati poi evidenziano: “L’assessore all’industria ligure Alessio Piana da poco insediatosi, ci ha comunicato che intorno al 20 dicembre incontrerà il ministro Adolfo Urso presso il MIMIT al quale riferirà delle crisi industriali in atto sul territorio Ligure. In data 12 dicembre, durante il Consiglio regionale, la Conferenza dei capigruppo voterà un ordine del giorno a sostegno della vertenza Piaggio con la proposta dell’apertura di un tavolo permanente di monitoraggio della vendita”.

“Metteremo in campo ogni azione che riterranno utile, sollecitando istituzioni locali e regionali da un lato, Ministeri e Governo dall’altro, per la tutela di 800 lavoratori e delle loro famiglie, per la salvaguardia di un’azienda fondamentale come Piaggio Aerospace, e di conseguenza anche ai lavoratori del fornitore primari Laerh (indispensabile per la produzione del P180), assicurando la tenuta occupazionale e lo sviluppo industriale”, concludono.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.