Ricerca

Meeting Generale del Progetto EEE in Veneto, presenti anche i ragazzi del liceo Calasanzio di Carcare

Si è svolto dal 27 al 29 novembre presso i Laboratori Nazionali di Legnaro (PD) dell’INFN

Generico dicembre 2023

Carcare. Grazie al Progetto Extreme Energy Event – “La Scienza nelle Scuole” alcuni ragazzi del liceo Calasanzio di Carcare con la loro insegnante Michela Occhetto sono andati in Veneto per partecipare al Meeting Generale del Progetto EEE che si è svolto dal 27 al 29 novembre presso i Laboratori Nazionali di Legnaro (PD) dell’INFN.

Il Progetto EEE consiste in una speciale attività di ricerca, ideata e voluta dal professor Antonino Zichichi, finanziata e gestita dal Centro Fermi di Roma e dall’INFN, in collaborazione anche con il CERN il MIM e varie Università italiane, sullo studio dei raggi cosmici, condotta con il contributo determinante di studenti e docenti degli Istituti Scolastici Superiori.

Il liceo valbormidese, come altre scuole liguri, fa parte del gruppo di circa 70 scuole che aderiscono al Progetto, di cui una cinquantina sono già dotate di un rivelatore di particelle muoniche prodotte dai raggi cosmici.

Durante queste giornate di fitta attività gli studenti e la loro insegnante hanno visitato i laboratori di Legnaro che li ha ospitati, assistito a conferenze svolte dai ricercatori dell’INFN, CREF o da professori universitari, inoltre, in collaborazione con un gruppo di studenti dell’ITT “E. Fermi” di Frascati (RM) hanno lavorato come veri ricercatori. Hanno effettuato misure con il rivelatore MRPC, analizzato i dati raccolti lavorando proficuamente in team ed esposto i risultati ottenuti.

“È stata un’esperienza indimenticabile, – dice Matteo, – emozionante e formativa, non solo per le attività molto interessanti, ma anche per il clima stimolante e sereno, grazie al quale siamo riusciti a legare con molti altri ragazzi provenienti da tutta Italia”.

“È stato assai piacevole, – aggiunge Gioele, – confrontarci e collaborare con studenti di altri istituti, lavorando insieme siamo riusciti a svolgere celermente i compiti assegnati”.

“Le giornate trascorse insieme agli altri studenti e ai ricercatori della collaborazione EEE sono state molto positive, – riferisce infine l’insegnante. – Per questo ringrazio molto gli organizzatori per l’invito e soprattutto la nostra dirigente  Maria Morabito che, nonostante i tempi stretti, si è prodigata per permetterci di partecipare a tale evento vista l’importanza e la trasversalità delle tematiche affrontate e l’opportunità di crescita per i nostri allievi”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.