Novità

Inchiesta obitorio del Santa Corona, cade l’accusa di corruzione per 4 indagati

L’operazione, denominata “Caro estinto”, era scattata nel 2020: ora la chiusura delle indagini

obitorio santa corona

Pietra Ligure. Erano stati arrestati nel 2020 nell’ambito dell’operazione denominata “Caro estinto”, ma solo pochi giorni fa è stata dichiarata la chiusura delle indagini, con una importante novità.

La vicenda è quella relativa all’obitorio del Santa Corona ed a presunti favori per passare alle agenzie di pompe funebri informazioni sui decessi che avvenivano sul territorio e che transitavano per la stessa camera mortuaria. 

Ma per tutti i coinvolti, ovvero Carlo Quaranta e Fabio De Giovanni, rispettivamente impresari di pompe funebri di Pietra Ligure e Borghetto Santo Spirito; Vincenzo Brancati, addetto all’obitorio del nosocomio pietrese; Maria Luisa Cipolliti, responsabile del servizio per la cooperativa all’obitorio, è caduta l’accusa di corruzione. 

Ma, allo stesso tempo, per tutti i 4 coinvolti permane comunque l’accusa di plurime rivelazioni di segreto. E ora la palla passa agli avvocati, che dovranno produrre le memorie difensive.

L’ultima parola spetterà poi ovviamente al pubblico ministero che deciderà se procedere o meno con il rinvio a giudizio. 

L’operazione del 2020 era stata portata avanti dalla Guardia di Finanza di Finale Ligure, coordinata dal pm del Tribunale di Savona Claudio Martini.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.