In azione

Finale Ligure, controlli della polizia locale: botti illeciti, merce contraffatta e un arresto

Gli interventi degli agenti sul territorio nel corso delle festività natalizie

Finale Ligure. A ridosso delle festività di natalizie la polizia locale di Finale Ligure ha intensificato i controlli sul territorio per fare fronte al lungo ponte festivo di Natale e Santo Stefano e al previsto incremento di presenze turistiche fino a dopo Capodanno.

Già prima di Natale gli il personale del Nucleo Tutela del Consumatore, composto da agenti appartenenti ai Comandi di Finale Ligure e Loano, nell’ambito di verifiche disposte dalla Questura di Savona sulla vendita di artifici pirotecnici, ha controllato una quindicina di punti vendita fra i due Comuni: in un caso, presso una rivendita di Finale, il personale di polizia ha rinvenuto un quantitativo di fuochi d’artificio in pessimo stato di conservazione, in parte bagnati e con fuoriuscita di materiale esplodente dagli involucri esterni.

Al commerciante è stata quindi notificata la violazione per detenzione a fini di vendita di prodotti non sicuri, che prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.500 a 30.000 euro, nonché il sequestro degli artifici mal conservati.

Il giorno di Santo Stefano gli uomini del Comando Finalese impegnati nel pattugliamento del lungomare ponevano fine ad una vendita improvvista di capi di abbigliamento e accessori: alla vista delle pattuglie i venditori abusivi si sono dati alla fuga, con gli agenti che hanno desistito dall’inseguimento per evitare rischi per le persone in quel momento presenti sull’area pedonale, recuperando il materiale lasciata a terra o perso nel repentino allentamento.

In esito all’intervento della Polizia Locale sono stati posti sotto sequestro per la successiva confisca numerosi accessori di pelletteria e capi di abbigliamento riproducenti i marchi di note griffe dell’alta moda e presumibilmente abilmente contraffatti.

Infine durante una verifica all’interno dell’area occupata dall’ex stabilimento Piaggio, svolta con il supporto del Nucleo di Sicurezza Urbana gestito congiuntamente dai Comandi di Finale, Savona e Loano, con al seguito il pastore tedesco Ray, è stata fermata una persona di nazionalità straniera priva di documenti di identità: sottoposto alle procedure di identificazione, il soggetto, già irregolare sul territorio dello Stato, è risultato destinatario di un provvedimento di carcerazione per precedenti episodi delittuosi e per questo gli uomini del Nucleo Sicurezza Urbana hanno provveduto al trasferimento dell’arrestato presso il carcere di Marassi per l’espiazione della pena di un anno e due mesi di detenzione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.