Videosorveglianza

Andora, attivate sei nuove telecamere per contrastare i ripetuti atti vandalici

Gli occhi elettronici recentemente installati controlleranno piazza Nassiriya, Palazzo Tagliaferro e la casetta dell'acqua

Andora palazzo Tagliaferro

Andora. Stop agli atti di vandalismo contro la casetta dell’acqua in Piazza Nassiriya e nell’area  di Palazzo Tagliaferro. Da pochi giorni, sono attive sei telecamere di videosorveglianza installate e controllate dal Comando della Polizia Locale. “Tre occhi elettronici sono nel parcheggio sotterraneo: non solo  controllano l’area, ma si inquadrano reciprocamente fra loro onde evitare il rischio che siano danneggiate – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis – Una ulteriore è all’esterno, in una posizione inaccessibile, e riesce a riprendere una zona molto vasta che comprende il parco giochi dei bimbi, il campo da bocce e il piazzale davanti al Palazzo che comunque è dotato di ulteriori telecamere”.

“L’obiettivo – prosegue il primo cittadino – è contrastare anche gli atti minori come lo svuotamento degli estintori nel parcheggio, la comparsa di scritte sui muri o altri comportamenti che vadano a danneggiare proprietà pubbliche e private o privino i cittadini di servizi. Anche quando il danno economico non è ingente,  lo è in termini di rischi per la sicurezza dei luoghi e di risorse che gli uffici potrebbero destinare ad altro”.

E conclude Demichelis: “Diverso discorso merita la casetta dell’acqua, oggetto di atti vandalici ripetuti che hanno comportato più di venti mila euro di spesa per interventi manutentivi oltre ad aver privato, in passato, i cittadini di un servizio molto gradito. Le sei telecamere vanno ad integrarsi a quelle già esistenti su tutto il territorio, in centro come nell’entroterra, nel costante riscontro alle esigenze segnalate dai cittadini”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.